Orchestra sinfonica studentesca? Sondrio ci pensa
il maestro Lorenzo Passerini

Orchestra sinfonica studentesca? Sondrio ci pensa

L’Ufficio scolastico territoriale sta sondando l’interesse delle scuole e pensa a una “accademia”.

Per ora è solo un’indagine conoscitiva, ma se la risposta dovesse essere positiva, anche numericamente parlando, la Valtellina in un prossimo futuro potrebbe dirsi orgogliosa di applaudire la prima orchestra sinfonica studentesca della Provincia. Un ambizioso progetto, alla cui realizzazione sta lavorando l’Ufficio scolastico territoriale di Sondrio (Ust – ex-provveditorato), che in questi giorni sta sondando l’interesse all’interno delle scuole del territorio.

Non è remota la possibilità che l’obiettivo venga centrato. Anche e soprattutto in considerazione di quanto la musica sia presente tra gli adolescenti. Praticamente una fedele compagna di vita. Basta osservarli anche solo quando camminano per strada. Ascoltano musica, cuffiette in testa, direttamente dal cellulare. Sono Spotifiy-dipendenti, ma anche la radio fa loro compagnia. Sono inoltre tanti i ragazzi e le ragazze, chi per hobby e chi invece per scelta, che le sette note dal rigo musicale le traducono in musica suonando uno strumento.

L’innovativa proposta dell’Ust è rivolta a tutti gli studenti, delle scuole di ogni ordine e grado, dai più piccoli a quelli più grandi delle superiori. È vero l’iniziativa sta vivendo una fase assolutamente embrionale, ma dovesse andare in porto, l’intenzione sarebbe di creare una sorta di accademia orchestrale, frequentando la quale - l’ipotesi è una volta al mese - i giovani musicisti potranno essere formati, per poi dare vita alla nuova orchestra, che a tutti gli effetti rappresenta una novità nel panorama provinciale.

Come si spiega nell’indagine che è in corso in ogni scuola, il progetto, dal punto di vista artistico, può contare su una regia di tutto rispetto, come quella del maestro Lorenzo Passerini. Un nome e un cognome, che magari, ai più giovani non dicono molto. Ma chi è un po’ più avanti con gli anni lo identifica nel fondatore - nel 2011 con il compositore Piergiorgio Ratti - e direttore musicale dell’Orchestra Antonio Vivaldi. Non a caso, infatti, nell’ipotesi a cui si sta lavorando, fra le attività previste ci sarebbe quella che, una volta formata, l’orchestra sinfonica studentesca possa partecipare anche alle stagioni concertistiche degli “Amici della musica di Sondalo”, di cui il maestro Passerini è direttore artistico al Teatro Sociale di Sondrio. A sostegno dell’iniziativa, avrebbero già manifestato interesse e disponibilità sia soggetti pubblici che privati, come ad esempio l’amministrazione provinciale, il Teatro Sociale, ovviamente l’Ust essendone l’ideatore, nonché l’associazione di promozione sociale Orchestra Antonio Vivaldi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA