Ora tocca alla fascia tra i 70 e i 74 anni  Via alle prenotazioni per fare il vaccino
Inrca Istituto Nazionale Riposo E Cura Per Anziani di casatenovo. 7 aprile 2021. vaccino, vaccinazioni anziani (Foto by Sandro Menegazzo)

Ora tocca alla fascia tra i 70 e i 74 anni

Via alle prenotazioni per fare il vaccino

Dovevano partire il 15, ma già ieri l’ok - Il motivo? Poche adesioni nel gruppo 75-79 anni - L’appuntamento si chiede sul sito oppure telefonando

A sorpresa, con una settimana d’anticipo, da ieri mattina sono aperte le prenotazioni per il vaccino per tutti i settantenni.

Le domande per ottenere l’appuntamento tramite il sito di Poste (https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/) tra i 70 e i 74 anni dovevano aprire dal 15 aprile, almeno stando alle slide presentate alla stampa solo la settimana scorsa dal commissario all’emergenza Guido Bertolaso. Invece ieri mattina senza alcun preavviso alla radio il presidente della Regione Attilio Fontana ha annunciato che il portale dava la possibilità di prenotare la vaccinazione già anche ai nati dal 1951.

Il motivo, ha detto in audizione il direttore generale al Welfare Giovanni Pavesi, è che «l’adesione della fascia tra i 75 e i 79enni, dopo un primo giorno molto promettente, è inferiore al previsto». Secondo l’Ats Insubria invece la vera ragione è la disponibilità di vaccini, ora le forniture sono molto abbondanti, sia per AstraZeneca che per Pfizer.

Avendo queste certezze, spiega l’Agenzia per la tutela della salute, si è deciso di ampliare la fascia da raggiungere subito per difendere in fretta anche gli over 70 dalla minaccia del virus. Quale ne sia la ragione, le scadenze dettate dalla Regione solo la settimana scorsa secondo fasce d’età sono state anticipate.

Ieri mattina tanti comaschi settantenni, una volta rimbalzata la notizia, si sono prenotati sul portale di Poste ottenendo l’appuntamento per la vaccinazione entro circa dieci giorni. A Lariofiere come a Villa Erba molti lettori riferiscono di prenotazioni già per il 17 o il 18 aprile.

Quindi i settantenni verranno vaccinati quasi in contemporanea con i tanti allettati che ancora attendono la vaccinazione domiciliare pur avendo anche più di novant’anni.

La Regione aveva spiegato che le prenotazioni tra i 70 e i 74 anni sarebbero dovute iniziare il 15 aprile con le prime somministrazione dal 27 aprile. Sono una decina di giorni in meno su un tabellino di marcia che continua a cambiare. Ai settantenni verrà offerto AstraZeneca, come già ha spiegato l’Asst Lariana in una nota ufficiale per l’hub allestito a LarioFiere pronto a partire da lunedì. Salvo patologie e particolari problemi di salute, ha però precisato ieri l’Ats Insubria.

Si ricorda che la prenotazione dell’appuntamento della vaccinazione, oltre che dal portale di Poste, è possibile anche chiamando il numero 800.894.545, oppure recandosi agli sportelli Postamat degli uffici postali ed anche tramite i portalettere, tutti dotati di un palmare che consente di effettuare la prenotazione.

Per prenotare servono la tessera sanitaria (il lungo codice numerico scritto sul retro), il codice fiscale e un numero di cellulare sul quale ricevere un messaggio di conferma. Non bisogna attendere niente, nessun sms, arriva direttamente il giorno dell’appuntamento. Anzi si può anche scegliere l’hub più comodo e l’orario preferito. Si può poi stampare il promemoria, e mostrare all’hub il Qr o il codice di prenotazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA