Opere per 12 milioni, ecco le priorità a Sondrio
In agenda anche il rifacimento del palazzetto Merizzi, per due milioni di euro, al centro di una valutazione complessiva da parte del Comune

Opere per 12 milioni, ecco le priorità a Sondrio

Passerella sulle Cassandre e sistemazione zona stadio già in programma per il prossimo anno. Palazzo Pretorio intende investire anche in manutenzione strade (250mila euro) e delle scuole (200mila euro).

Per il 2020 palazzo Pretorio mette in programma la passerella sulle Cassandre, il rifacimento dell’illuminazione pubblica in varie zone della città, la sistemazione dell’area intorno agli stadi della Castellina e degli attraversamenti in zona viale Stadio – via Bernina, l’allestimento degli spazi accanto al Teatro Sociale su via Alessi e nuovi posteggi nelle frazioni.

Ma ci sono anche oltre 250mila euro per la manutenzione straordinaria delle strade e quasi 200mila per lavori sulle scuole, oltre ai progetti sul quartiere sud-ovest. Sono gli elementi principali del piano annuale delle opere pubbliche approvato nei giorni scorsi – insieme al documento triennale 2020 – 2022 - dalla giunta del sindaco Marco Scaramellini, un programma che complessivamente sfiora i 12 milioni di euro di investimenti previsti. Una percentuale consistente, come negli anni precedenti, viene dagli interventi per la Piastra finanziati sul bando periferie, distribuiti sul prossimo anno e sui successivi in base alla nuova convenzione siglata qualche tempo fa con Roma.

Altra cifra importante, 1,9 milioni di euro, è quella per il quarto lotto del recupero di Castel Masegra, in calendario già da qualche anno, sul quale il Comune ha però commissionato uno studio complessivo affidato agli esperti del Politecnico, come annunciato nei giorni scorsi.

Resta in agenda anche il rifacimento del palazzetto Merizzi, per due milioni di euro, al centro di una valutazione complessiva da parte dell’amministrazione comunale. Ammonta a un milione e 400mila euro, invece, la spesa prevista per la passerella ciclopedonale sulle Cassandre, per la quale è già iniziato l’iter di attuazione, e pronto a partire è anche l’intervento per riqualificare il sistema dell’illuminazione pubblica in città, con 600mila euro sul bando “Lumen”. In corso di preparazione – con la variante puntuale al Pgt da approvare in consiglio comunale a giorni - è anche l’ampliamento del parcheggio pubblico in frazione Ponchiera, per 175mila euro, al quale si aggiungono anche un nuovo posteggio in frazione Mossini per 135mila euro, uno in località Triasso per 70mila euro, e uno in zona Cà Bianca con un investimento di 100mila euro.

Altri 100mila euro sono previsti per il primo lotto dell’area manifestazioni in via Germania, che aprirà lo spazio per un’altra opera, la sistemazione della zona intorno allo stadio della Castellina – dove attualmente trovano posto luna park, circhi e fiere - e di piazzale Fojanini, con un investimento indicato in 380mila euro. Ammonta a 175mila euro, invece, la spesa preventivata per la sistemazione degli spazi esterni del Teatro Sociale sul lato lungo via Alessi, per eliminare definitivamente l’ultimo “scampolo” del cantiere per il restauro dell’ex Pedretti. Altra cifra rilevante, i 379mila euro previsti per la messa in sicurezza degli incroci e dei passaggi pedonali in zona viale Stadio – via Bernina, con l’inserimento di una rotonda all’intersezione con via Ventina, progetto preannunciato qualche settimana fa dall’assessore ai Lavori pubblici Andrea Massera. A completare il quadro, 130mila euro per completare il rifacimento della centrale termica di palazzo Sassi e 50mila euro per l’acquedotto rurale dei Dossi Salati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA