Operai feriti a Chiuro  per un’impalcatura  In prognosi riservata
I carabinieri fuori dalla ditta dove è avvenuto l’infortunio

Operai feriti a Chiuro

per un’impalcatura

In prognosi riservata

Uno è più grave, ma non rischierebbero la vita

Sono ancora ricoverati in prognosi riservata all’ospedale di Sondrio i due manutentori pugliesi, provenienti dalla provincia di Bari, infortunati gravemente giovedì pomeriggio all’interno di un capannone di un’ azienda specializzata in impianti di condizionamento in Italia, in via Negri a Chiuro, proprio dietro alla sede della ditta, che si trova invece in via Fracia.

Subito l’allarme

Ieri i carabinieri della Compagnia di Sondrio sono tornati sul posto, insieme ai tecnici dell’Ats della Montagna specializzati in infortuni sul posto di lavoro, per un nuovo sopralluogo nell’area interessata, ora posta sotto sequestro.

L’indagine è coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica di Sondrio, Marialina Contaldo. La dinamica dell’incidente ancora tutta da chiarire, pare sia rimasto coinvolto un muletto, forse ribaltatosi su se stesso durante una manovra, ma c’è anche chi parla di una impalcatura che ha ceduto, facendo precipitare per alcuni metri due operai. A 24 ore dall’accaduto, pare acclarato che proprio un’impalcatura, retta appunto da un muletto, abbia ceduto, facendo cadere i manutentori e ribaltare il muletto.

La ditta valtellinese è la committente di un intervento di manutenzione agli impianti affidato a un’impresa specializzata con sede in Puglia, per questo i due lavoratori baresi si trovavano nel capannone. L’allarme è scattato attorno alle 17.40 di giovedì pomeriggio, a lanciarlo i colleghi dei due operai, un 37enne e un 40enne di cui non si conoscono le generalità, che hanno udito un forte boato e li hanno trovati feriti accanto ad un muletto ribaltato. Subito sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 sia con due ambulanze che con l’elicottero decollato dalla base di Caiolo. Quest’ultimo ha concluso il suo intervento sul posto, i feriti sono stati trasportati in codice rosso con le due ambulanze a sirene spiegate.

Sono stati portati all’ospedale di Sondrio, ieri sera la prognosi per entrambi era riservata, ma dal poco che si sa pare che nessuno dei due sia in pericolo di vita, pur apparendo più serie le condizioni di uno dei feriti. Sul luogo del grave infortunio sul lavoro anche i vigili del fuoco del Comando provinciale di Sondrio, che hanno collaborato nelle operazioni di soccorso, e appunto i carabinieri della Compagnia di Sondrio che, insieme ai tecnici dell’Ats della Montagna, specializzati proprio in questo tipo di incidenti, stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA