OLIMPIADI SHORT TRACK 1000 DONNE: BRONZO PER FONTANA  «UN RISULTATO INCREDIBILE»
Arianna  Fontana protagonista di un’altra incredibile prova

OLIMPIADI SHORT TRACK 1000 DONNE: BRONZO PER FONTANA

«UN RISULTATO INCREDIBILE»

Si tratta dell’ottava medaglia olimpica per l’atleta delle Fiamme Gialle e la decima per l’Italia a questa edizione dei Giochi: 3 ori, 2 argenti, 5 bronzi. «È un bronzo che vale tantissimo, soprattutto sui 1000 metri dove ho sempre fatto fatica. La finale era già un traguardo, quindi il bronzo è incredibile», racconta Arianna ai microfoni di Eurosport

Semplicemente una leggenda. Arianna Fontana ha vinto la medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Pyeongchang nei 1000 metri femminili di short track. Oro alla olandese Suzanne Schulting, argento alla canadese Kim Boutin. Si tratta dell’ottava medaglia olimpica per l’atleta delle Fiamme Gialle, la terza in queste Olimpiadi, e la decima per l’Italia a questa edizione dei Giochi: 3 ori, 2 argenti, 5 bronzi.

«È un bronzo che vale tantissimo, soprattutto sui 1000 metri dove ho sempre fatto fatica. La finale era già un traguardo, quindi il bronzo è incredibile». Lo ha dichiarato Arianna Fontana ai microfoni di Eurosport. Una finale incredibile con le due coreane che si sono buttate fuori a vicenda. «Sapevo che tra di loro non ci fosse buon feeling, sapevo dall’inizio che non avrebbero fatto gioco di squadra, ma non mi aspettavo l’olandese così forte. Ho dovuto aspettare fino alla fine, non si muovevano, ho dovuto prendere la gara in mano, ho provato a fare qualcosa. Ritiro? Quattro anni sono tanti, sinceramente non ho ancora pensato, non ho potuto dare spazio a questo pensiero, vedremo, deciderò a tempo debito».

Con quella di oggi sono 8 le medaglie complessive dell’atleta delle Fiamme Gialle alle Olimpiadi, dal 2006 al 2018. «È qualcosa di incredibile, dopo Sochi e dopo 3 medaglie lì non pensavo di poter rifare tutto ed anzi migliorarmi, era dura ma ce l’ho fatta, per questo sono contenta e soddisfatta, ho vissuto due settimane incredibili con alti e bassi. Raggiungere quattro finali in un’Olimpiade non è da tutti, volevo fare tutte le finali e ce l’ho fatta, ho anche conquistato tre medaglie, è stato perfetto. La mia grinta e la mia tenacia mi hanno spinto a non mollare mai, anche alcuni qui me lo hanno testimoniato. E questo mi fa piacere, soprattutto per il mio ruolo di portabandiera. Olimpiade al femminile? E’ stata un’Olimpiade delle donne, ma anche di tanti ragazzi, alcuni dei quali hanno avuto sfortuna, soprattutto nello sci».


© RIPRODUZIONE RISERVATA