Olimpiadi invernali, da Roma garanzie per la Valtellina
Il sogno olimpico per la Valtellina appare sempre più concreto

Olimpiadi invernali, da Roma garanzie per la Valtellina

Consegna della lettera di garanzie economiche da parte del governo alla Commissione del Cio in visita in Italia per esaminare le strutture in vista dei Giochi del 2026

Un passo importante, atteso quello avvenuto oggi nella sede milanese con le garanzie offerte dal governo per lo svolgimento dell’evento. Un passo che ha riguardato da vicino la Valtellina.

Sul tema del sostegno economico da parte del governo alle Olimpiadi 2026, il sottosegretario con delega allo sport, Giancarlo Giorgetti, a margine della visita della delegazione del Cio per la valutazione della candidatura di Milano e Cortina, ha specificato che «il governo si è impegnato a garantire i servizi che può fare solo il governo, quindi dogane, frontiere e sicurezza».

Il finanziamento delle opere «al momento non sta nei patti» ha detto Giorgetti, che ha spiegato come «i costi del nuovo Palasport di Milano, piuttosto che degli impianti sportivi fatti per i Giochi saranno sostenuti direttamente dal comitato organizzatore o dagli enti interessati», salvo poi aprire sull’adeguamento «di tanti impianti per i giochi Paralimpici» dove «lo Stato potrebbe fare la sua parte».

Il sottosegretario ha quindi specificato che «diverse infrastrutture legate alle Olimpiadi strictu senso, saranno in carico a comitato organizzatore, Regioni e Comuni. Altre che hanno interesse generale, utili indipendentemente dallo svolgimento dell’evento, saranno sostenute dallo Stato», ha detto, portando come esempio la Valtellina: «lotto per lotto, lo Stato sta finanziando, perché collegare la Valtellina con Milano e con il mondo è un valore indipendentemente dai Giochi».

Leggi tutto su La Provincia di Sondrio in edicola e non solo


© RIPRODUZIONE RISERVATA