Ogni giorno due incendi da spegnere
Vigili del Fuoco impegnati nei sopralluoghi dopo l’incendio di Cercino

Ogni giorno due incendi da spegnere

Santa Barbara: nel giorno della patrona dei Vigili del Fuoco, resi noti i dati di un anno di attività. Oltre ai roghi, anche soccorsi e salvataggi hanno impegnato gli uomini guidati dal comandante Biffarella.

Ogni giorno i Vigili del Fuoco della provincia di Sondrio spengono due incendi. Non solo, ma, sempre quotidianamente, sono anche impegnati in un’operazione di soccorso alle persone e in un servizio di assistenza.

I dati degli ultimi dodici mesi di attività sono stati resi noti ieri in occasione della festa di Santa Barbara, patrona dei pompieri. A fare la parte del leone, come sempre, sono gli incendi. Quest’anno sono stati 625 quelli generici, 234 quelli di boschi e sterpaglie e 1 è stato rubricato come incendio con esplosione.

La voce “vari”, che comprende gli interventi più disparati, è quella che registra il maggior numero di uscite: 840. Di queste, 334 sono quelle registrate alla voce “servizio assistenza” e 330 come “atri tipi”. Ma ci sono anche 68 interventi per alberi pericolanti, 56 per fughe di gas, 29 per lavaggio strade, 10 per recupero di animali morti, 9 per recupero salme e 4 per incidenti sul lavoro.

I soccorsi e salvataggi in tutto sono stati 697. Di questi, 326 sono i soccorsi a persone, 84 i salvataggi di animali. Si registrano anche 92 aperture di porte e finestre e 66 bonifiche da insetti. Quattro gli animali recuperati e 47 le ricerche persona. Completano il quadro 11 trasporto ammalati o infortunati e 2 salvataggi a persone. La curiosità maggiore è rappresentata dai 65 interventi per ascensori bloccati. Sono 170 in tutto, invece, gli interventi causati dall’acqua: 141 danni da acqua in genere, 20 da prosciugamento, 4 per straripamenti o inondazioni, 3 per rottura di tubazioni o fuoriuscita da canali e 2 per rifornimento idrico.

Alla voce “statica” sono registrati 124 interventi, la maggior parte dei quali (77) riguardano il cosiddetto dissesto statico di elementi costruttivi (tegole o cornicioni pericolanti); a questi si aggiungono 22 frane e 20 valanghe, 2 crolli di costruzioni, 2 crolli parziali e 1 cedimento del terreno. Dei 140 recuperi effettuati dai Vigili del Fuoco, 137 sono quelli di merci e beni, 2 quelli di sostanze radioattive e 1 di sostanze pericolose.

Ancora tanti gli incidenti stradali. Sono stati in tutto 262 quelli che hanno richiesto la presenza sul posto dei Vigili del Fuoco: 234 i sinistri veri e propri, 3 quelli che hanno richiesto la rimozione di mezzi che trasportavano merci pericolose, mentre in altri 25 casi è stato necessario rimuovere ostacoli non dovuti al traffico. Tra gli interventi salienti degli uomini guidati dal comandante provinciale Giuseppe Biffarella spiccano quello per la ricerca dell’elicottero caduto in Valmasino il 7 agosto, quello per la frana sulla strada che porta allo Stelvio l’8 agosto e l’incendio di Cercino del 3 luglio per il quale erano state sfollate quattro famiglie. Ieri è stata anche la giornata dell’addio al servizio del funzionario Paolo Colicchio, autentica colonna portante del corpo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA