Oggiono fumata bianca per Rex Col concordato i market non chiudono
Una buona notizia per la Rex e i suoi dipendenti

Oggiono fumata bianca per Rex
Col concordato i market non chiudono

Nell’adunanza dei creditori è stata già raggiunta la maggioranza dei favorevoli

Sospiro di sollievo per i 127 dipendenti: i negozi possono proseguire l’attività fino alla vendita

Fumata bianca dall’adunanza dei creditori di Rex Supermercati Spa: si è aperta nei giorni scorsi e – nonostante il voto prosegua sino al 6 giugno – è stata già raggiunta la maggioranza dei favorevoli: quindi, il concordato si avvia verso l’approvazione; l’omologa potrebbe arrivare già in luglio o più avanti secondo i tempi tecnici, ma è di certo sventata l’alternativa nefasta, costituita dal fallimento. Si allontana lo spettro, per i 127 dipendenti.

Tutti i negozi possono proseguire la propria attività, arrivando aperti e funzionanti al momento della vendita. L’iter procede, dunque, in questa direzione; l’asta, d’altronde, avrebbe già potuto svolgersi: era stata fissata per lo scorso febbraio, con carattere d’urgenza, autorizzata dal Tribunale di Lecco a dicembre per la vendita del pacchetto “Rex Supermercati Spa” e fu improvvisamente revocata sotto data dalla società stessa. L’intero impero Rex è quantificato (secondo il prezzo base stabilito, appunto, l’inverno scorso) in 28 milioni e 335mila euro; potrebbe scorporarsi in due lotti, uno dei quali da 3 milioni 695.000 e il secondo da 24.640.000. In previsione dell’asta di febbraio, il pacchetto era stato quantificato però in aumento rispetto ai valori di perizia, in considerazione dell’elevata manifestazione di interesse da parte di alcuni operatori del settore; ufficializzato l’inatteso passo indietro, il Tribunale ne ha dovuto prendere atto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA