Nuovo svincolo della tangenziale a Sondrio: apre il cantiere
In via Samaden si aggiungerà un nuovo svincolo in uscita (Foto by foto gianatti)

Nuovo svincolo della tangenziale a Sondrio: apre il cantiere

Sarà la Edil-strade ad occuparsi dei lavori. A novembre il via alle opere che si concluderanno a primavera anziché a fine anno come preventivato.

Sarà un’impresa di Sondrio a costruire il nuovo svincolo della tangenziale in via Samaden, con un cantiere che aprirà nel corso del mese di novembre e si concluderà nella prossima primavera. Ad aggiudicarsi la gara d’appalto indetta dal Comune è stata infatti la ditta Edil-strade Valtellina, che ha presentato un’offerta con un ribasso del 19% sulla base d’asta di 848mila euro, che comprende la realizzazione dello svincolo e delle opere di difesa idrogeologica legate alla struttura.

Bisognerà aspettare un po’ più del previsto, insomma, ma ormai mancano solo pochi passaggi alla partenza dei lavori.

Palazzo Pretorio infatti avrebbe dovuto completare l’opera entro fine anno, come si ricorderà, visto che il progetto è finanziato con fondi dell’Accordo quadro di sviluppo territoriale, ma i passaggi tecnici e burocratici hanno richiesto tempi più ampi. E così nelle scorse settimane l’amministrazione ha concordato con la Provincia una scadenza più ampia, «trattandosi di un intervento importante», sottolinea l’assessore ai Lavori pubblici Michele Iannotti.

«L’erogazione del finanziamento sarà suddivisa fra quest’anno e il 2017 - spiega l’assessore -, con una serie di pagamenti in base agli stati di avanzamento dei lavori. Abbiamo concordato l’articolazione del finanziamento con la Provincia e cercheremo di portare avanti il più possibile l’intervento in questa ultima parte dell’anno, per poi andare a completare il tutto nei primi mesi del 2017». Nei prossimi giorni, dunque, gli uffici comunali completeranno le verifiche sull’aggiudicazione dell’appalto e poi verrà organizzato il cantiere.

In fondo a via Samaden, come noto, con questo progetto il Comune realizzerà una nuova rampa di uscita dalla tangenziale, riservata ai veicoli provenienti dalla Bassa Valle. Attualmente, infatti, in questa zona esiste soltanto lo svincolo di uscita per i mezzi che viaggiano in direzione Tirano - Morbegno, mentre l’ingresso è possibile in entrambe le direzioni.

I veicoli diretti verso la zona est del capoluogo, dove peraltro hanno sede diverse attività produttive, hanno quindi due alternative: uscire dalla tangenziale in via Vanoni e percorrere via Tonale, oppure proseguire fino alla rotonda ai Trippi e poi tornare indietro, in tangenziale oppure lungo via Stelvio. Con l’apertura del nuovo svincolo, invece, secondo l’amministrazione comunale i flussi di traffico si distribuiranno in modo più efficace, alleggerendo i flussi sull’asse di via Vanoni ma anche lungo via Moro e via Tonale, dove il passaggio dei veicoli si è fatto più intenso dopo la realizzazione del settimo ponte e l’ampliamento del sottopasso di via Ventina.

Prossimamente il Comune presenterà ufficialmente i dettagli del progetto e il cronoprogramma dei lavori, che riguarderanno anche l’area circostante al futuro svincolo per garantire la sicurezza dal punto di vista idrogeologico, vista la vicinanza con il corso dell’Adda.

L’assetto complessivo del nuovo svincolo, comunque, sarà analogo a quello delle uscite della tangenziale in via Vanoni, con una rotonda per regolare i flussi di traffico provenienti dalle diverse rampe.


© RIPRODUZIONE RISERVATA