Nuovo personale in arrivo in ospedale

Nuovo personale in arrivo in ospedale

Tre medici anestesisti rianimatori in più e sei infermieri, verranno assunti a tempo indeterminato a beneficio dei servizi di emergenza e urgenza intraospedaliera, per coprire i turni sui mezzi di soccorso che fanno capo all’Azienda socio sanitaria territoriale di Valtellina e Alto Lario.

Il via libera è arrivato dalla giunta regionale lombarda che complessivamente ha previsto 188 assunzioni a tempo indeterminato per i servizi di emergenza urgenza, con un’iniezione di 72 medici anestesisti rianimatori e di 116 infermieri, dentro 27 Aziende socio sanitarie territoriali lombarde e un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs) qual è il Policlinico di Milano.

Una boccata di ossigeno per uno dei servizi più “esposti” di tutta l’attività ospedaliera, possibile attingendo, dapprima, alle graduatorie proprie di ogni struttura, e, in subordine, attingendo a quelle vigenti e messe a disposizione di tutte le Aziende socio sanitarie territoriale e gli Irccs.

Si tratta di assunzioni molto attese, perchè, da un lato, permettono una graduale riduzione, da completare entro il 2017, dell’attività prestata dal personale oggi in servizio con turni di orario aggiuntivo (il cosiddetto sistema premiante), e dall’altro permette di meglio osservare le nuove normative nazionali in materia di turni, entrate in vigore da pochi mesi in attuazione del dettato dell’Unione Europea. Questo prevede che vi siano 11 ore di distacco fra un turno e l’altro. L’Asst di Valtellina e Alto Lario, già nel novembre dello scorso anno, si era attivata per dar corso alla nuova normativa, introducendo delle modalità sperimentali su cui, peraltro, a breve, si andranno ad effettuare le definitive messe a punto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA