Nuove telecamere: obiettivo sicurezza  Vigileranno sulle strade di 5 comuni
Si amplia la porzione di territorio coperta dalle telecamere (Foto by archivio)

Nuove telecamere: obiettivo sicurezza

Vigileranno sulle strade di 5 comuni

Aumentano gli occhi elettronici a Chiavenna, Mese, Piuro, San Giacomo e Verceia. Accordo con Novate Mezzola, in vista di una entrata di quest’ultimo nella convenzione.

Telecamere per i sistemi di videosorveglianza di Chiavenna, Mese, Piuro, San Giacomo Filippo e Verceia, ma dove saranno messe? Lo spiega la relazione tecnica approvata dal responsabile dell’area sicurezza Maurizio Frenquelli, a capo del comando di Polizia Locale associata di Chiavenna ed Uniti. A luglio dello scorso anno il Comune di Chiavenna, come ente capofila della convenzione che lega i cinque comuni della Valchiavenna, aveva presentato a Regione Lombardia un progetto in materia di sicurezza urbana per il confinanziamento della fornitura e posa di telecamere per la videosorveglianza. A ottobre il finanziamento era arrivato. Poco meno di 75 mila euro utilizzati per comprare le telecamere e le body-cam installate sulla divisa degli agenti e presente nelle scorse settimane. Ovviamente il Comune di Chiavenna dispone già di una rete di telecamere che fanno capo al comando della polizia locale. Le immagini delle stesse sono memorizzate nella sede del comando della polizia locale e i flussi video sono trasportati principalmente tramite una rete hyperlan di proprietà comunale. Il municipio dispone di alcuni punti di accesso individuati nelle aree tecnologiche di Cigolino, della Berlinghera, sulla torre civica della collegiata di San Lorenzo e sul campanile della chiesa della frazione di Pianazzola.

Le nuove telecamere che saranno collegate a questi punti di accesso riguarderanno il territorio di tutti i comuni coinvolti. Per quanto riguarda Chiavenna una telecamera di lettura targhe e di contesto sarà posizionata a Pratogiano. Una in via Buzzetti all’altezza dell’incrocio con via Violina, sulla Statale 36 per lo Spluga, insomma. Una postazione sarà su corso Garibaldi e una nella zona delle scuole Garibaldi. Per quanto riguarda Piuro le telecamere saranno 4. Due vigileranno sugli eco-centri di via Martinucci e via Giuppedi, una sul parcheggio della frazione di Santa Croce e una, con lettura targhe e telecamera di contesto, sarà lungo la Statale 37 all’inizio dell’abitato. Per quanto riguarda Mese la postazione sarà a Sant’Antonio. Tre le postazioni a San Giacomo Filippo, tutte con possibilità di lettura targhe. Una rete posta nelle direzioni di Olmo, Daloo e Sant’Antonio. Si chiude con Verceia. Entrambe le postazioni con telecamera di lettura targhe e telecamera di contesto. Una sarà sulla strada parallela alla galleria, mentre l’altra sarà collocata nella zona della stazione ferroviaria. Recentemente c’è stato un accordo tra i comuni associati e Novate Mezzola, in vista di una entrata di quest’ultimo nella convenzione. Entrata che potrebbe permettere di rendere operativo anche il sistema di videosorveglianza del comune lacustre, visto che le immagini catturate attualmente non hanno un agente che le possa controllare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA