Nuova Tac da 320mila   euro al Morelli

Nuova Tac da 320mila

euro al Morelli

Sarà in funzione a partire da ottobre, può acquisire un numero di immagini altissime in tempi molto brevi

Sondalo

Sarà in funzione a partire da ottobre al Morelli di Sondalo una Tac di ultima generazione, più efficiente, precisa e performante, in grado di soddisfare le esigenze ospedaliere, ambulatoriali e del Pronto soccorso.

L’apparecchiatura appena acquistata, del costo di 320 mila euro, verrà installata nei prossimi giorni, non appena saranno terminati i lavori di adeguamento della sala che la ospiterà. La nuova Tac è in grado di acquisire un elevatissimo numero di immagini diagnostiche in tempi estremamente brevi: qualità e velocità di esecuzione sono fondamentali ad esempio quando è necessario accertare eventuali alterazioni nei politraumi su parti del corpo estese.

La potenza dell’apparecchiatura esprimibile in “slice” equivale a 64, a fronte dei 16 dell’apparecchiatura oggi in uso, installata poco più di un anno fa. Tale potenza risulterà doppia, 128 slice, grazie all’acquisto di un software integrativo in grado di ridurre ulteriormente i tempi di acquisizione delle immagini. Per l’Ospedale di Sondalo si tratta di un’innovazione che incrementa in maniera sostanziale la sua dotazione tecnologica a vantaggio dei pazienti ricoverati, degli utenti che si rivolgono agli ambulatori e dei casi urgenti del Pronto Soccorso. La Tac in uso fino a pochi giorni fa a Sondalo, acquistata nel 2019 e anch’essa evoluta dal punto di vista tecnologico, verrà installata presso il presidio ospedaliero territoriale di Morbegno in sostituzione dell’attuale, ormai superata, della potenza di due slice, fornendo una risposta efficace alle esigenze dell’attività ambulatoriale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA