«Nuova statale 38, non ci saranno ulteriori ritardi»
Sopralluogo sulla 38 in una foto d’archivio

«Nuova statale 38, non ci saranno ulteriori ritardi»

Lo ha ribadito l’assessore regionale con delega agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori.

Ammonta a 1,7 milioni di euro la cifra a disposizione dei sindaci per mettere a punto tutti gli interventi collaterali alla realizzazione della tangenziale di Morbegno. Lo ha ribadito l’assessore regionale con delega agli Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni, Massimo Sertori che, nel pomeriggio di ieri, alla presenza del responsabile coordinamento territoriale Nord Ovest per Anas, Dino Vurro, ha incontrato i sindaci di Traona, Dazio, Morbegno, Talamona e Cosio, e l’impresa realizzatrice Cossi.

Nel progetto della tangenziale erano previsti 700 mila euro e, a seguito dell’incontro tenutosi il 7 agosto a Roma presso il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti cui hanno partecipato il sottosegretario Edoardo Rixi e il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani, si è deciso di mettere a disposizione un ulteriore milione di euro per coprire tutte le esigenze segnalate dalle amministrazioni. «È stata una riunione proficua - ha commentato l’assessore Massimo Sertori - durante la quale è stato fatto anche il punto relativo ai lavori della Tangenziale di Morbegno e abbiamo appreso che tutte le segnalazioni emerse nell’ultimo collegio di vigilanza, che vedevano l’impegno da parte di Anas e delle imprese, sono state concordate: molte sono state risolte e alcune sono in fase di risoluzione. Anche la richiesta avanzata da Anas nei confronti dell’Impresa Cossi di accelerare le fasi lavorative è stata avallata».

«Saremo in grado - ha sottolineato l’assessore - di convocare entro la metà di settembre il prossimo collegio di vigilanza e, in questa sede, si deciderà la data di apertura della tangenziale di Morbegno. Ad oggi infatti stiamo procedendo coerentemente con la road-map stabilita durante l’ultimo Collegio di Vigilanza e, smentendo di fatto le ipotesi apparse anche sui giornali locali, non abbiamo alcun motivo di pensare ad allungamenti delle tempistiche. A conferma di quando descritto, la situazione è stata inoltre accertata durante il sopralluogo avvenuto da parte di Anas prima del tavolo odierno, che ha constatato materialmente l’effettiva fattibilità dell’apertura della strada».


© RIPRODUZIONE RISERVATA