Nozze al Masegra, più care nel week end

Nozze al Masegra, più care nel week end

Dire sì al castel Masegra o nella sala espositiva di palazzo Pretorio? Per le tasche meglio durante la settimana perché il sabato pomeriggio e, ancor di più, la domenica mattina i prezzi lievitano.

Aumentano i matrimoni civili rispetto a quelli religiosi in città, crescono le domande per gli spazi messi a disposizione dal Comune e così per far fronte da una parte alla domanda e, dall’altra, alle maggiori spese a proprio carico, palazzo Pretorio rivede le tariffe per l’utilizzo delle sale introducendo, in via sperimentale, un costo ad hoc per la domenica mattina.

E così se già in via sperimentale per quest’anno l’amministrazione aveva introdotto costi particolari per coloro che vogliono sposarsi il sabato pomeriggio, ora mette nuovamente mano al tariffario. E lo fa perché «sono arrivate ulteriori richieste da parte di persone che vorrebbero celebrare le nozze oltre che al sabato pomeriggio anche la domenica mattina con utilizzo o del salone del Masegra o della sala comunale e questo eventuale utilizzo comporta un ulteriore aggravio di costi».

Per le nozze nei giorni feriali nel salone del castel Masegra i costi ammontano a 235 euro, mentre il “sì” nella sala mostre di palazzo Pretorio costa 115 euro.Per chi decide di dire sì di domenica mattina: al castello nel periodo che va dal primo maggio al 30 settembre (dal primo ottobre al 30 aprile la sala non è disponibile) il costo sarà di 368 euro più Iva, nella sala espositiva di palazzo Pretorio di 230 euro più Iva. Un po’ più basse le tariffe per il sabato pomeriggio, sempre nelle due strutture: 320 euro al maniero, 200 al piano terra del municipio.

Resta gratuito l’utilizzo della sala di villa Quadrio e la stüa del sindaco al primo piano di palazzo Pretorio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA