“Notte rosa”, a tavola la tradizione  Ammessi nei menù solo piatti tipici
L’evento piurasco quest’anno sarà all’insegna del “local”

“Notte rosa”, a tavola la tradizione

Ammessi nei menù solo piatti tipici

Piuro, il Comune introduce alcune condizioni a chi vuole partecipare all’evento del 20 luglio. I prodotti utilizzati dovranno essere a km zero. Posti limiti anche all’intrattenimento musicale.

Prodotti e ricette esclusive di Piuro alla Notte Rosa 2019. Svolta “local” per l’organizzazione dell’importante rassegna sotto le cascate dell’Acqua Fraggia in programma quest’anno sabato 20 luglio. La novità è stata presentata durante l’incontro con gli operatori economici e con le associazioni del paese tenutosi nei giorni scorsi.

Tutto parte da un “contratto di servizio” che da quest’anno i partecipanti alla Notte Rosa, sia essi operatori economici privati oppure associazioni di volontariato, si impegneranno a sottoscrivere. Pena l’esclusione dalla manifestazione. Il contratto prevede una serie di diritti e di obblighi sia per l’amministrazione comunale, che a prescindere dal comitato organizzatore, rimane il riferimento dal punto di vista legale sia per i partecipanti.

Il punto centrale del contratto è quello che riguarda i prodotti che vengono offerti alle migliaia di visitatori che si recano al parco di Borgonuovo di Piuro durante la giornata. «Le pietanze ammesse – si legge – devono per norma avere attinenza esclusiva con la tradizione culinaria di Piuro e utilizzare i prodotti lavorati o semilavorati provenienti dalle attività commerciali di Piuro».

Si punta sulle produzioni locali, e nel farlo l’amministrazione ha ribadito l’impegno degli ultimi anni per valorizzare la denominazione comunale Deco. Principio che può essere sacrosanto, insomma, ma rispettarlo non sarà semplice visto che di ricette tipiche piurasche non ce ne sono moltissime.

Per il resto ogni realtà dovrà rispettare alcune regole, abbastanza legate al buon senso. Si va dall’allestimento della propria area di competenza garantendone il decoro, alla raccolta dei rifiuti differenziati prodotti presso la propria postazione, dagli orari di allestimento della propria piazzola da rispettare all’obbligo di procurarsi ogni autorizzazione necessaria allo sportello unico per le attività produttive.

Ogni tipo di intrattenimento musicale dovrà interrompersi obbligatoriamente alle 1.45 e i partecipanti avranno l’obbligo di far defluire in maniera pacifica il pubblico verso il bus navetta e chiudere la somministrazione di bevande e cibi alle 2,30. L’amministrazione comunale si impegna a promuovere l’evento, a garantire le attività di animazione generale e tutto l’apparato di pronto intervento e sicurezza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA