“Notte bianca” ok. «Dal prossimo anno  cambierà tutto»
Non solo divertimento ma anche ottimi prodotti e degustazioni

“Notte bianca” ok. «Dal prossimo anno

cambierà tutto»

Piuro, edizione riuscitissima ma dal 2020saranno coinvolte anche le frazioni.

Quinta edizione della Notte Rosa della Cascate dell’Acquafraggia che ha fatto registrare un notevole successo, ma che sarà anche l’ultima con questa formula. Tanta la gente che dal pomeriggio alla tarda notte di sabato ha affollato l’area del parco di Borgonuovo di Piuro. Tutti alla ricerca di degustazioni ma anche di divertimento. Una fetta importante della festa, che a parte il soccorso per un ragazzo che aveva alzato troppo il gomito, non ha fatto registrare problemi dal punto di vista dell’ordine pubblico, è stata infatti dedicata al mondo di Slow Food.Alla neonata condotta e ai presidi.

Una bella festa, insomma, che dal prossimo anno, però, cambierà decisamente indirizzo. Ad annunciarlo è stato lo stesso sindaco Omar Iacomella: «Questa è stata un’edizione di record sia in qualità che in presenze registrate. Ed è stata anche l’ultima edizione della Notte Rosa alle Cascate così come è. In questi 5 anni siamo riusciti a creare una collaborazione importante tra le diverse realtà l’obiettivo era quello di rendere partecipi i produttori e le associazioni in un percorso di scambio di opportunità e sviluppo comune. Ora è tempo di cambiare, o meglio, di crescere. Cambiare il nome, ormai divenuto scontato e poco caratterizzante rispetto al potenziale del nostro comune, e cambiare palinsesto con l’abolizione dell’after».

Niente più ore piccole, insomma. «Abbiamo già in campo da alcuni mesi l’idea di estendere il percorso di valorizzazione con la condotta Slow Food creando una serie di eventi enogastronomici che andranno a valorizzare ogni singola frazione del comune oltre alle cascate in modo da rendere tutti nuovamente protagonisti di un percorso entusiasmante e innovativo nell’insegna del buon cibo e della bella compagnia. L’anno prossimo saranno coinvolte anche Santa Croce, Savogno e Dasile, Cortinaccio, Sant’Abbondio, Crana e i crotti di Prosto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA