Non arrivano tutte le risorse previste   Albergo diffuso: progetto da rivedere
Il Comune vuole realizzare anche un museo dei vecchi mestieri

Non arrivano tutte le risorse previste

Albergo diffuso: progetto da rivedere

Traona, non è stato accordato il contributo di 50mila euro chiesto su un bando del Gal. Il sindaco: «Sospeso l’appalto da 300mila euro, pensiamo a una soluzione meno impattante».

Non arrivano le risorse del Gal per il progetto dell’albergo diffuso del comune di Traona e la nuova amministrazione decide per la sospensione della gara d’appalto e la revisione del progetto. Il sindaco Maurizio Papini ha annunciato all’ultima riunione del consiglio comunale che non è stato accordato il contributo di 50mila euro che la precedente amministrazione aveva avanzato come richiesta su un bando del Gal:«I 250mila euro accordati dalla Comunità montana di Morbegno sul bando per l’attrattività della montagna ci sono -ha spiegato Papini – ma il comune di Traona aveva proceduto all’appalto di circa 300mila che includeva i 50mila che si contava di ricevere dal Gal. Queste risorse, a tutti gli effetti, mancano e pertanto abbiamo sospeso l’appalto che era alle fasi finali». «Non intendiamo abbandonare il progetto dell’albergo diffuso – ha specificato il sindaco – ma bisogna reperire le risorse necessarie alla copertura finanziaria dell’intervento e oltre tutto, secondo le nostre valutazioni del progetto che era stato approvato dalla precedente amministrazione, abbiamo deciso di convocare il tecnico per fare ulteriori considerazioni. Secondo noi quel progetto compromette e demolisce la piazza con una soluzione di accesso all’edificio dell’ex municipio dove è previsto l’albergo diffuso che è troppo impattante».

Alla luce dell’assenza delle risorse del Gal e della volontà di rivedere la soluzione in programma per l’accesso, si pensa anche al ridimensionamento del progetto anche se l’albergo diffuso resterà in programma. La precedente amministrazione di Traona aveva deciso di aderire all’iniziativa del bando per l’attrattività della Comunità montana con la realizzazione del museo dei vecchi mestieri e albergo diffuso con l’obiettivo della valorizzazione della tradizione storico-culturale. Il progetto definitivo degli interventi per Traona chiudeva in 380mila euro e la Comunità montana ha riconosciuto fondi per 250mila. Per la parte rimanente era prevista la compartecipazione pubblica e privata. L’intervento riguarda la struttura dell’ex municipio nel centro storico di Traona in un edificio oggi parzialmente inutilizzato che sarà dedicato a valorizzare una parte della cultura locale. L’albergo diffuso sarà composto da quattro camere doppie con servizi. Nel corso del consiglio comunale si è proceduto anche all’accoglimento delle dimissioni da parte del consigliere di minoranza Fausto Piccapietra che dopo sette mandati come consigliere ha deciso di lasciare il proprio posto a uno dei giovani non eletti. A subentrare sarà Linda Invernizzi. Il sindaco ha inoltre comunicato le deleghe assegnate ad assessori e consiglieri- al vicesindaco Walter Magrin andranno territorio, viabilità e lavori pubblici e a Gianni Carnieletto istruzione, associazioni e cultura. Ad Aldo Arietti sport e tempo libero, a Roberto Fiorini ambiente, agricoltura ed ecologia, a Luisa Fiorini servizi sociali, sanità e politiche giovanili.


© RIPRODUZIONE RISERVATA