Nominati i presidi reggenti: part-time in un istituto su tre
Imminente avvio d’anno scolastico con i presidi - titolari o reggenti - in tutte le 32 istituzioni scolastiche

Nominati i presidi reggenti: part-time in un istituto su tre

Scuola, gli incarichi ufficializzati ieri dall’Ufficio scolastico regionale. Già titolari in altre sedi, si occuperanno di 9 comprensivi e 2 superiori.

Una nomina sul filo di lana, arrivata a ridosso dell’inizio ufficiale dell’anno scolastico 2018-2019, oggi 1 settembre. Si sta parlando degli 11 presidi reggenti in altrettante scuole della nostra provincia, i cui incarichi sono stati ufficializzati dall’Ufficio scolastico regionale della Lombardia solo ieri poco dopo le 18.

Stiamo parlando di nove istituti comprensivi e due scuole superiori che, comunque, dovranno accontentarsi di un preside part-time - un dirigente che è già titolare in un’altra sede e che dovrà dividersi su più istituti - per tutto il corso dell’anno. Non cosa da poco, se si considera che 32 sono ad oggi le istituzioni scolastiche del nostro territorio, il che significa che un terzo è affidato ad una reggenza. Fenomeno, tra l’altro in aumento rispetto allo scorso anno, quando erano nove.

Cominciando dalle superiori il Besta-Fossati di Sondrio potrà contare sulla reggenza del suo “ex-preside” Gianfranco Bonomi Boseggia, essendo lui stato dirigente fino a ieri, ma già incaricato titolare al comprensivo di Ponte. Al convitto Piazzi di Sondrio con l’istituto tecnico agrario da questa mattina prenderà servizio Giovanna Bruno - voce che tra l’altro circolava da tempo -, già preside del liceo scientifico Donegani.

Va ricordato, che sia il Besta-Fossati che l’istituto tecnico agrario sono entrambi sottodimensionati, in quanto non raggiungono quota 400 iscritti e di conseguenza non possono disporre di un preside titolare come è previsto dalla normativa. Per quanto riguarda i comprensivi, invece, Luisa Elena Porta, titolare al comprensivo di Tirano, dovrà occuparsi anche di quello di Teglio, mentre a Livigno arriva in veste di reggente Gianmaria Toffi, dirigente dell’istituto d’istruzione superiore De Simoni-Quadrio. A Marco Vaninetti, già preside del comprensivo Morbegno 2 Damiani, è stata affidata la reggenza del comprensivo di Traona, mentre quella dell’istituto di Delebio è stata conferita ad Antonino Costa, che si occupa in qualità di titolare del Saraceno-Romegialli di Morbegno.

A Talamona questa mattina farà il suo ingresso la dirigente reggente Elisa Gusmeroli, mentre all’istituto Garibaldi di Chiavenna è stato confermato - è stato reggente già lo scorso anno - Massimo Minnai, titolare al Crotto-Caurga di Chiavenna. Si passa poi all’istituto Anzi di Bormio dove prosegue il suo operato, come reggente però, Bruno Spechenhauser, nel senso che già lo scorso anno è stato preside titolare, ma la sua titolarità quest’anno è andata all’Alberti, sempre a Bormio. Per concludere l’istituto Morbegno 1 Spini-Vanoni, la cui reggenza è stata affidata a Daniela Russo e il comprensivo Novate con reggente Salvatore La Vecchia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA