Nel 2020 in provincia di Sondrio   ci sono stati 507 morti in più
Un bel panorama di Sondrio con la neve (Foto by Luca Gianatti)

Nel 2020 in provincia di Sondrio

ci sono stati 507 morti in più

Le rilevazioni Istat al 30/11: quest’anno in provincia decedute 2.339 persone contro una media di 1.832 (+27%). In novembre +79%, Sondrio tredicesima in Italia. In aprile 334 decessi, il doppio rispetto al quinquennio precedente

La misura di quanto abbia inciso il Covid sull’andamento dei decessi in provincia di Sondrio nel 2020, ce la danno i dati Istat tratti dall’anagrafe dei nostri 77 Comuni. Che ci raccontano di una provincia fra le più piccole per numero di abitanti di tutta Italia (al 95° posto su 107), con i suoi 181mila residenti, ma capace di assicurarsi l’11° posto su scala nazionale per aumento dei decessi ad aprile sulla media dello stesso mese calcolata sui cinque anni precedenti (2015-2019), il 13° posto per aumento dei decessi a novembre, e il 16° a marzo.

Complessivamente

Partiamo dal numero globale: nel 2020, fino al 30 novembre, sono morte in provincia di Sondrio 2.339 persone. Nei cinque anni precedenti, in media, ne erano morte 1.832. Un incremento di 507 decessi (+27,6%).

I dati non si riferiscono ai soli morti Covid. Ma per avere un’idea ricordiamo che al 31 dicembre (quindi con un mese in più) Ats ha indicato in 398 i morti Covid nel territorio provinciale. Che quindi potrebbero essere di più.

Entriamo ora nel dettaglio e partiamo dalla fine, dagli ultimi dati lavorati dall’Istat, quelli stimati al 30 novembre. A Sondrio in novembre l’incremento delle morti rispetto alla media degli ultimi cinque anni è stato del 79,5%: 284 quest’anno contro i 158 della media 2015/19. Questo ci è valso il tredicesimo posto nella classifica nazionale.

Prima di noi, ci sono quattro province lombarde, due delle quali - Como e Varese - nella prima fase pandemica di primavera non erano tra le più colpite. Como in novembre era al quarto posto nazionale, con 1.003 morti contro la media di 475 dei cinque anni precedenti (+111,2%);Varese quinta, con 1.547 morti contro 738, (+109,5%). Al nono posto Milano, (4837 morti contro 2495, +93,9%), al sesto Monza e Brianza (1.263 morti contro 654, 93,1%). Sei delle altre province che ci precedono sono piemontesi, la prima, in assoluto, è Aosta, con un aumento dei morti del 139,9%, (273 contro 114).

Il momento peggiore

Se andiamo più indietro, per noi è emblematico il dato di aprile 2020, con 334 morti totali censiti in provincia di Sondrio, contro la media di 167 nei cinque anni precedenti nello stesso mese: siamo al 99,8% in più. Il doppio. Undicesimi su scala nazionale

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA