Domenica 20 Ottobre 2013

Nei laghetti di Roncaccina

trota record da 9,4 chili

Ferdinando “Nello” Usai con il nipotino e la super trota pescata giovedì

Nuovo record per la pesca alla trota in provincia di Sondrio e a segnalarsi ancora una volta è la Valchiavenna.

Il nuovo detentore del titolo di autore della pesca più grossa nella zona non è più Stefano Scaramellini, che nel mese di marzo dello scorso anno nelle acque del Mera pescò un esemplare da 7,7 kg. Ora la palma va a FerdinandoNelloUsai che durante la giornata di giovedì ha pescato nelle acque dei laghetti di Roncaccina di Samolaco un esemplare davvero enorme.

Al momento della pesata la lancetta ha fatto un vero e proprio balzo in avanti arrivando a segnare 9,4 kg. Le due trote in comune, oltre alla straordinarietà, hanno solo la lunghezza. Entrambi gli esemplari misurano, infatti, 93 centimetri. Diverso è il peso tra i due animali. La trota di Usai, noto in valle per essere il gestore assieme alla famiglia dell’hotel San Lorenzo a Chiavenna, è decisamente più “ciccia”.

Diversa anche la modalità di cattura, per la verità, se non altro per le difficoltà maggiori determinate dal pescare nel greto di un fiume rispetto ai più comodi laghetti del fondovalle.

Negli ultimi anni in Italia una trota di dimensioni superiori è stata pescata solo nel Lago Maggiore. Nel 2010 un pescatore, rimasto anonimo, catturò un esemplare da oltre 10 kg. Si tratta di episodi limite, ma lontani dai dati raggiunti dalla pesca alla trota salmonata. Qui si sono verificati casi di pescato oltre i 20 kg.

© riproduzione riservata