Nazionale nuoto   Dieci atleti positivi  in ritiro a Livigno
Gabriele Detti

Nazionale nuoto

Dieci atleti positivi

in ritiro a Livigno

Non è un momento facile per Livigno, alle prese con un riverbero di Covid di innegabile impatto. Se di martedì mattina è la notizia delle positività riscontrate in alunni dell’istituto Credaro, con tre classi (due delle elementari e una media), in isolamento (oltre all’altra classe media in quarantena dal 12 ottobre scorso), della stessa serata è un’altra notizia negativa che coinvolge la località. Sì, perché positivi al Covid sono stati riscontrati dieci atleti della Nazionale di nuoto in raduno collegiale a Livigno da domenica scorsa, 11 ottobre. Atleti che, prima del raduno, erano stati sottoposti a tampone, risultato negativo, e, poi, risottoposti all’esame, all’indomani della positività riscontrata in altri due atleti, Simone Sabbioni e Alice Mizzau, aggregati alla selezione di San Marino, che soggiornavano, tuttavia, in un albergo diverso da quello che ospita i dieci nuovi positivi, e con allenamenti effettuati in Acquagranda in altri orari rispetto a questi ultimi. Dal che se ne deduce che il contagio non è avvenuto fra loro.

È la stessa Federazione nuoto a dar conto, sul proprio sito, della notizia annunciando la positività degli atleti Federico Burdisso, Martina Rita Caramignoli, Gabriele Detti, Marco De Tullio, Stefano Di Cola, Sara Gailli, Edoardo Giorgetti, Matteo Lamberti, Alessio Proietti Colonna e Simona Quadarella. Tutti asintomatici, mentre negativi sono risultati i test effettuati sui membri dello staff tecnico-sanitario. Ovviamente l’allenamento collegiale è stato sospeso e i giovani convocati dovranno stare in isolamento nel loro albergo, fino all’esito del tampone di controllo.

Certamente un ritorno di immagine negativo per una località che si era data molto da fare per uscire dalla spirale Covid. Rinviate anche Comunioni e Cresime in programma sabato e domenica.


© RIPRODUZIONE RISERVATA