Musica e location d’eccezione  Ritorna Morbegno Classica
L’orchestra Vivaldi è una delle protagoniste di Morbegno Classica

Musica e location d’eccezione

Ritorna Morbegno Classica

Il cartelloneSono in programma 14 appuntamenti, si comincia venerdì

Tutti gli eventi saranno a palazzo Malacrida e all’auditorium Sant’Antonio

Quattordici appuntamenti, cinque realtà musicali coinvolte sul territorio e due luoghi di pregio della città ad ospitare gli eventi della seconda parte di Morbegno Classica.

Non si definisce rassegna né festival ma, a detta degli stessi promotori (le associazioni Claudio Monteverdi, il Festival Pianistico – VII edizione, l’associazione Ama Morbegno, l’associazione musicale Gaudenzio Dell’Oca e l’orchestra Antonio Vivaldi) «un grande progetto di collaborazione con gli artisti al centro e una parola comune a tutti: la musica».

Anche il sito internet

La seconda parte di Morbegno Classica, che prenderà il via venerdì sera dall’auditorium Sant’Antonio, è stata presentata e introdotta dall’assessore Claudio D’Agata che ha sottolineato «il grande lavoro svolto dalle associazioni che hanno curato il programma, cresciuto in questa seconda parte con più date del previsto proprio alla luce del successo della prima serie di appuntamenti. Il Comune ha dato patrocinio e pieno sostegno riconoscendo la competenza e capacità dei protagonisti. Anche la creazione del sito internet (www.morbegnoclassica.com, ndr) è un segnale di quanto questa iniziativa rivolga lo sguardo avanti, per diventare punto di riferimento di qualità».

«Non a caso – ha proseguito D’Agata – a ospitare gli eventi saranno l’auditorium Sant’Antonio e palazzo Malacrida, per proseguire nella valorizzazione di quest’ultimo come contesto ideale per eventi culturali di rilievo». Lorenzo Passerini, direttore musicale del progetto e protagonista con l’Orchestra Vivaldi di sette degli appuntamenti in programma per Morbegno Classica, ha parlato di «un grande impegno per l’orchestra Vivaldi e anche uno sforzo per proporre appuntamenti mai visti, come a musica techno a palazzo Malacrida o l’incontro tra gli artisti e il pubblico». La qualità del programma «viene dall’impegno delle cinque realtà musicali che daranno vita alle 14 date – ha detto Olga Introzzi, segretaria artistica dell’orchestra Vivaldi - e ha portato al risultato di numerose richiesta di artisti di fama internazionale, oltre che locale, che hanno chiesto di poter essere presenti». Per la civica scuola di musica Claudio Monteverdi, Graziano Barbera ha ricordato «il ventesimo di attività con passi avanti già compiuti e che speriamo di compiere. Nella seconda parte di Morbegno Classica parteciperemo con 3 concerti, incluso il Master Class giunto alla diciassettesima edizione».

Si prosegue fino a luglio

Per l’associazione Gaudenzio Dell’Oca sono intervenuti Daniele Rusconi e Michele Brambilla, in rappresentanza di una realtà «attiva da 13 anni, che raccoglie circa 45 strumentisti e che da due anni è tornata sotto la direzione di Armando Soldarini. Da sempre siamo attenti alla promozione di corsi e abbiamo inserito nel programma il corso di direzione per banda e orchestra fiati, avvalendoci del docente Frank Ticheli». Morbegno Classica prende il via venerdì alle 21 all’auditorium Sant’Antonio con la serata curata dall’orchestra Antonio Vivaldi con Vittorio Schiavone (corno), Alex Elica (tromba) e il direttore Lorenzo Passerini. Gli appuntamenti proseguiranno fino a luglio. L’ingresso è libero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA