Mostra del Bitto, coinvolte 124 aziende
Il gruppo di protagonisti della presentazione della Mostra del Bitto avvenuta ieri sera a Morbegno

Mostra del Bitto, coinvolte 124 aziende

Morbegno, svelati gli ultimi dettagli per l’edizione numero 112 della rassegna più longeva del settore. Bonat (Camera di commercio): «Nata da una cosa vera come il formaggio, ha saputo trainare diversi settori».

Presentazione ufficiale giovedì sera, durante la conferenza stampa che si è tenuta nella sala riunioni della Comunità montana di Morbegno, per la Mostra del Bitto arrivata all’edizione numero 112, che si terrà a Morbegno sabato 12 e domenica 13 ottobre dividendosi fra il polo fieristico e il centro città. Spazi dove sinergicamente si terranno le numerose iniziative previste dal calendario coordinato dal consorzio turistico Valtellina di Morbegno e dalla Comunità montana insieme al Comitato organizzatore, ieri rappresentato dal presidente del consorzio turistico Alan De Rossi, dal tecnico Stefano Setti, dal vice presidente della Provincia Andrea Ruggeri, dal direttore della Camera di commercio Marco Bonat, da Gianmario Tramanzoli dell’Associazione regionale allevatori di Lombardia e dal consigliere regionale Simona Pedrazzi.

Come hanno spiegato De Rossi e Scetti, quest’anno la più longeva esposizione di settore dell’intera regione ha coinvolto 124 aziende della provincia e della montagna Lombarda, 40 quelle agricole, cresciute di una decina di unità rispetto all’anno scorso. Insieme saranno visibili nella Mostra che celebra la produzione del Bitto, l’arte casearia, ma anche l’intera filiera agroalimentare della regione.

Una mostra «nata inizialmente da una cosa vera come la produzione di un’eccellenza che è il nostro formaggio e che nel tempo ha saputo trainare diversi settori - ha rimarcato Bonat -: la rete commerciale, quella ricettiva, della ristorazione e della produzione locale, le Cantine».

In programma ci sono degustazioni, stand di prodotti tipici, laboratori, visite guidate, musica, spettacoli, show cooking e due testimonial, Davide Mengacci ed Erica Liverani, in una due giorni che si allarga all’intera città, arricchendosi per la concomitanza con Gustosando in Valtellina e Morbegno in cantina. Alla 112ª Mostra del Bitto è abbinata la 29ª Fiera regionale dei prodotti della montagna lombarda. Dal centro al polo fieristico (a cui si accederà gratuitamente) collegati dalle navette si potrà far visita agli stand dei produttori, ammirare e acquistare le eccellenze locali e del resto della Lombardia, partecipare allo street food, alle degustazioni per conoscere i prodotti e imparare ad abbinarli.

Non mancheranno musica, spettacoli, visite guidate, culturali e naturalistiche, i laboratori per bambini, gli animali e l’incontro con i due testimonial dell’edizione 2019. Il momento più atteso è come sempre rappresentato dalla cerimonia di premiazione del Concorso dei formaggi che assegnerà gli ambiti riconoscimenti ai casari più bravi. Sette categorie: Bitto dell’anno e del 2018, Valtellina Casera in tre diverse stagionature, Latteria e Scimudin, nonché altri premi che verranno svelati sabato alle 21 al Polo fieristico. Alla premiazione dei formaggi, da sempre molto partecipata, sarà abbinata quella delle mucche che parteciperanno al Festival della razza bruna organizzato dall’Aral. I menù tipici, degustazioni, presentazioni di prodotti e iniziative promozionali saranno riuniti in “Oltre Bitto”. La Mostra del Bitto sarà aperta sabato 12 ottobre dalle 9 alle 23,30 e domenica 13 dalle 9 alle 19.


© RIPRODUZIONE RISERVATA