«Mortirolo è un brand in tutto il mondo  Dobbiamo investirci per avere più turisti»
Non solo Giro d’Italia: tanti gli appassionati del Mortirolo. Qui Ivan Basso su un tornante (Foto by Archivio)

«Mortirolo è un brand in tutto il mondo

Dobbiamo investirci per avere più turisti»

La Comunità montana stanzia 80mila euro. L’assessore: «Segnaletica nuova e piazzole di sosta. Faremo promozione pubblicitaria al nostro passo»

Nei prossimi mesi il passo del Mortirolo, la salita più amata e sudata dai ciclisti, sarà al centro dei riflettori del Giro d’Italia femminile, ma nel corso della bella stagione è folta l’affluenza di ciclisti di tutto il mondo che percorrono questo tratto. Assodato il richiamo del Mortirolo, ora occorre valorizzarlo. A questo ha pensato la Comunità montana di Tirano che ha stanziato 80mila euro per la promozione del passo che si suddivide in due tipi di interventi: pubblicitario-informativo e strutturale.

«Innanzitutto si cercherà di rimediare ad una criticità che è stata segnalata, ovvero il fatto che molti turisti o ciclisti non sappiano da dove si parte per salire al Mortirolo – spiega l’assessore a Lavori Pubblici e Sport della Cm, Alan Delle Coste -. Vogliamo che chi arriva nel Tiranese, d’ora in poi, veda con chiarezza dove lasciare l’auto e iniziare la salita con la bicicletta oppure proseguire con il veicolo fino in quota. La segnaletica riguarderà la salita principale, ovvero quella da Mazzo, ma anche le altre due, quella da Tovo e quella da Grosio che sono state percorse, entrambe, una volta dal Giro d’Italia. Verranno dunque realizzati alcuni interventi alla partenza di Mazzo con la sostituzione di barriere arrugginite, con la sistemazione della pavimentazione e la posa di un totem in sasso che indicherà la partenza. Lungo il percorso saranno disposte delle segnalazioni chilometriche e altimetriche. Verranno riqualificate alcune aree e, dove possibile, saranno installate delle fontanelle per consentire ai ciclisti di reperire acqua. Anche in cima al passo ci sarà un’indicazione in pietra dell’arrivo».

Oltre a queste opere strutturali, che partiranno al più presto, una parte dei fondi stanziati nel bilancio di previsione 2016 – in tutto si parla di 80mila euro – sarà dedicata alla promozione turistica tramite marketing pubblicitario e informativo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA