Morbegno, Stefano Scetti nuovo presidente di Porte di Valtellina
1Il Consorzio turistico Porte di Valtellina volta pagina dopo le polemiche2 Stefano Scetti è il nuovo presidente3 La Valmasino, grazie a Melloblocco, è conosciuta e apprezzata dai turisti, altre valli hanno bisogno di una politica mirata da fare sistema, secondo il neo presidente

Morbegno, Stefano Scetti nuovo presidente di Porte di Valtellina

Nuova era per Porte di Valtellina: guida tecnica per il consorzio turistico della Bassa Valle che nomina Stefano Scetti quale nuovo presidente

Trentacinque anni, di Valmasino, laureato in Economia del turismo a Milano, da nove anni direttore dell’associazione operatori Valmasino, fra i coordinatori dell’iniziativa Mello Blocco e dello Iat Valmasino, Scetti in questi anni ha già collaborato con Porte di Valtellina e in alcuni progetti turistici del mandamento ed è il nuovo presidente del consorzio turistico del Morbegnese del quel faceva parte come rappresentante della Comunità montana.

Il Cda ha proceduto anche alla nomina del vicepresidente che è Marilisa Paltrinieri. Anche lei nominata dal nuovo Cda composto dai rappresentanti della Comunità montana, Scetti e Melissa Moro; del Comune di Morbegno, Bruna Perlini; delle amministrazioni comunali, Matteo Scamoni; mentre Davide Ruffoni è i portavoce degli artigiani; Marilisa Paltrinieri degli impianti di risalita; Ires Gherbesi per i rifugisti, guide alpine e maestri di sci; Elio Bertolini per le pro loco; Massimo Pescucci per i commercianti; Giuseppe Peppino Gerosa per i pubblici esercizi; per gli agriturismi e aziende agricole Monica Ruffoni, per gli altri operatori Maria Barlascini; per gli albergatori Giacomo Sertori e Giulio Salvi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA