Morbegno, cane antidroga al Ferrari: e su Facebook scoppia il dibattito
I controlli nelle scuole vengono effettuati da anni (Foto by foto archivio)

Morbegno, cane antidroga al Ferrari: e su Facebook scoppia il dibattito

Ieri accertamenti dell’Arma nelle aule durante le lezioni. Nessun sequestro: era tutto in regola.

I controlli antidroga al liceo Artistico accendono il dibattito fra i morbegnesi. Fra gli studenti non è stato trovato nulla, i carabinieri che ieri mattina si sono occupati dell’ispezione al Ferrari di Morbegno, che rientra nel progetto di prevenzione attuato dall’istituto scolastico, si sono limitati a constatare la regolarità della situazione all’istituto scolastico della Bassa Valle. La presenza di uomini dell’Arma - alcuni in divisa alcuni in borghese - coadiuvati da un cane antidroga hanno, però, innescato un dibattito che, partito fuori dalle aule, si è amplificato sulle pagine del gruppo morbegnese di Facebook. «Irruzione dei carabinieri in due classi del liceo Artistico con armi e cane antidroga. Quindicenni terrorizzati, zero sequestri. La scuola è il luogo del rapporto di fiducia per la crescita e l’educazione. Chi ha pensato questa cosa ha ferito mortalmente la scuola in nome di chissà cosa. Ci sono sospetti? Ci sono indagini da svolgere? Bene, l’irruzione in classe è il modo peggiore per intervenire», si legge nel post che ha poi provocato commenti a catena. Anche di segno opposto: chi scandalizzato dalle modalità di supervisione nelle classi, chi, invece, soddisfatto per l’attività delle forze dell’ordine.

Negli scambi di battute si è inserito anche il senatore morbegnese Mauro Del Barba: «È un tema importante, se ne discuta seriamente. Da anni questi controlli vengono fatti. In genere sono le scuole a richiederli. Se si ritiene di cambiare e migliorare queste modalità - ha scritto del Barba - non resta che aprire un discorso serio e fare delle proposte nei luoghi indicati. Da genitore mi sono preoccupato e ho attivato subito delle verifiche. Da genitore mi fermo qua, per ora, ribadendo la mia fiducia nella scuola e nelle forze dell’ordine perché sappiano garantire la sicurezza dei nostri figli e supportarci nella loro educazione».

Assente in questi giorni la dirigente Giuliana Zuccoli, dal liceo si confermano i controlli di ieri mattina che rientrano nella collaborazione con le forze dell’ordine e delle attività di legalità attuate nell’istituto scolastico, che sostiene progetti di prevenzione, incontri con esponenti dell’Arma dei Carabinieri di Morbegno e provinciali, quindi il controllo di ieri mattina, «avvenuto nel rispetto dei presenti, nella modalità più discreta e rapida possibile, senza creare disagi in un clima sereno che non ha provocato ansie agli studenti», dicono dall’Arma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA