Montagna, energia  e difesa del suolo  «Dalla Regione 60 milioni»
Parte dei fondi per la difesa idrogeologica del territorio

Montagna, energia

e difesa del suolo

«Dalla Regione 60 milioni»

Sertori: «Tra questo e l’Accordo quadro sono 60 milioni. Le risorse servono per avviare cantieri e offrire lavoro»

Secondo l’assessore regionale Massimo Sertori sono 60 i milioni che arriveranno dalla Regione in provincia di Sondrio per la ripresa: soldi che andranno ai Comuni e alle Comunità montane, per una serie di interventi volti alla ripresa economica del dopo-covid. È la seconda parte del cosiddetto Piano Marshall regionale, sommato all’Accordo quadro. «Mai così tante risorse sono state assegnate al nostro territorio» osserva Sertori. I fondi sono destinati alle politiche della montagna, agli enti locali e alle risorse energetiche, alla difesa del suolo e per contributi agli investimenti delle amministrazioni locali per interventi di somma urgenza.

Più in generale,il piano stanzia a livello regionale centotrentacinque milioni per le politiche dedicate alla montagna, agli enti locali e alle risorse energetiche, 143 milioni per la difesa del suolo e per contributi agli investimenti delle amministrazioni locali per interventi di somma urgenza e pronto intervento e quasi 8,3 milioni per le Comunità montane di Valtellina e Valchiavenna.

Complessivamente le risorse a disposizione per la montagna, enti locali ed energia e difesa del suolo, l’assessorato di Sertori, ammontano a 278 milioni di euro. Tra le principali misure finanziate grazie al piano Marshall regionale nel capitolo della montagna- enti- energia, che da solo vale 135 milioni, ci sono 30 milioni di euro a favore delle politiche per la montagna; dieci milioni per lo sviluppo dell’area del Passo dello Stelvio; 40 milioni per politiche di efficientamento energetico e 20 milioni per il bando Axel, che prevede l’erogazione di contributi al fine di incentivare la realizzazione di nuovi impianti fotovoltaici e di sistemi di accumulo per gli enti locali, e per l’erogazione di contributi al fine di aumentare sia la produzione di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici sia l’autoconsumo della stessa. Ci sono anche 35 milioni per il finanziamento di una serie di progetti delle Comunità montane lombarde, di questi 8,3 per gli enti comprensoriali della provincia di Sondrio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA