Giovedì 08 Agosto 2013

Mobilità alternativa: fondi

per il sentiero Valtellina

L’imbocco della strada di Desco

Fondi per la mobilità alternativa, nell’ottica di migliorare l’offerta di qualità rivolta ai residenti e anche ai turisti.

Ci sono anche cospicui finanziamenti per le piste ciclabili nel programma degli interventi del 2013 a valere sui fondi del demanio idrico, così come stabiliti al tavolo dell’Accordo quadro di sviluppo territoriale (Aqst).

Due, in particolare: il percorso ciclabile di Montagna piano e il completamento del Sentiero Valtellina a Desco, in Bassa valle.

Ammonta a 100mila euro il finanziamento appostato nel capitolo della viabilità a favore della pista ciclabile del Comune alle porte di Sondrio. Una definizione scelta non a caso visto che quelle risorse economiche serviranno a finanziare il completamento di un’opera che il capoluogo ha già realizzato sul suo territorio comunale, dando così continuità al percorso destinato alle due ruote.

Il secondo intervento, per il quale l’Aqst mette a disposizione 300mila euro per un progetto complessivo di 700mila, riguarda la Bassa valle, in particolare il completamento del Sentiero Valtellina, nel tratto tra Ardenno e Morbegno, dove attualmente non esiste possibilità di passaggio. Se non attraverso la vecchia strada, chiusa a causa dell’instabilità del versante, di Desco.

Il progetto per il collegamento della pista ciclabile è della Comunità montana di Morbegno che già da tempo ha annunciato la volontà di proporre un concorso di idee per risolvere il problema del superamento del Tartano, che della bassa Valle consentirà ai biker di proseguire, senza passare dalla Statale 38, verso la media Valle e il sondriese.

© riproduzione riservata