Missionari in Camerun

«Non ce ne andiamo

qui c’è bisogno di noi»

In una lettera a “Il Settimanale della Diocesi” - i valtellinesi si dicono abbastanza tranquilli - «Stando qui teniamo accesi i riflettori sulla zona»

Missionari in Camerun «Non ce ne andiamo qui c’è bisogno di noi»

«La Chiesa non è una Organizzazione Non Governativa, come ci ricorda sempre Papa Francesco, siamo venuti come fratelli e sorelle in questa Chiesa sorella in momenti più tranquilli, possiamo andarcene ora che le acque sono un po’ agitate?».

Non hanno dubbi i missionari “fidei donum” della diocesi di Como che si trovano in Camerun Brunetta Cincera, suora laica di Berbenno, Laura Pellizzari, volontaria di Cosio Valtellino, don Alessandro Alberti, originario di Morbegno, don Corrado Necchi, di Dubino, e suor Alda Vola, di Colico.

La loro intenzione di restare in Camerun anche dopo il rapimento di tre missionari della diocesi di Vicenza a pochi chilometri da dove si trovano loro l’hanno espressa a chiare lettere in una missiva inviata alla redazione de “Il Settimanale della diocesi”.

n 

© RIPRODUZIONE RISERVATA