Migliori allievi chef a confronto  L’istituto Alberti primo in Lombardia
Tommaso Bonseri, al centro, tra gli insegnanti Lucia Saligari e Roberto Ghilotti

Migliori allievi chef a confronto

L’istituto Alberti primo in Lombardia

La scuola con lo studente Tommaso Bonseri rappresenterà la nostra Regione al contest di Rimini. «Qui tutti i ragazzi hanno la possibilità di crescere»

Sarà l’istituto “Alberti” di Bormio a rappresentare la Regione Lombardia, sabato prossimo, nelle finali nazionali del contest “Miglior allievo degli istituti alberghieri – trofeo Metro” in programma nel complesso fieristico di Rimini. Al concorso parteciperà Tommaso Bonseri della classe quarta dell’enogastronomia di Bormio, accompagnato dal professor e chef Roberto Ghilotti.

Bonseri ha vinto la selezione regionale che si è svolta a Bergamo. Da segnalare che l’istituto “Alberti”, guidato dalla dirigente Francesca Fumagalli, si è portato a casa anche la quarta posizione con Luigi Fanchetti e la quinta con Manuela Lanfranchi. Sicuramente una bella soddisfazione per una scuola che sta crescendo e brillando sempre più in qualità e che risulta ben radicata sul territorio. Lo testimonia, per esempio, l’efficacia del progetto legato all’alternanza scuola – lavoro che, anche in questo caso, ha fatto la differenza. Il giovane Bonseri, diciott’anni appena compiuti, da circa un anno collabora con lo chef Rolando Pini del rinomato ristorante “Eira” di Bormio: «Come scuola dobbiamo soltanto ringraziare – ha detto Ghilotti – queste persone che ci danno una mano nell’alternanza scuola – lavoro. Anche Pini ci ha aiutati nel costruire il piatto che è andato alla selezione regionale. Da segnalare anche l’aiuto dell’Associazione cuochi valtellinesi, con il suo presidente Delia Ghilotti che ha sostenuto Bonseri, giovane iscritto alla Federazione italiana cuochi, associazione che ha organizzato l’evento romagnolo che si concretizzerà anche nei campionati della cucina italiana in programma all’interno della manifestazione Beer-attraction».

E questa settimana all’istituto fervono i preparativi per la trasferta, come ha ben evidenziato anche Lucia Saligari, referente del progetto assieme a Ghilotti. «Siamo un po’ tesi - ha sottolineato Bonseri - Ci stiamo preparando per Rimini ma lì il livello sarà veramente alto. Il lavoro e l’impegno che ci stiamo mettendo sono rilevanti». Ma quale sarà il piatto che rappresenterà la nostra Regione ai campionati nazionali? Significativo già il nome, “Inverno sulle Alpi”, un secondo di carne con due contorni, il medesimo piatto – ma che sarà rivisitato e migliorato – che ha vinto la selezione regionale.

Da regolamento i partecipanti devono predisporre un secondo composto per il 60% da carne o pesce unitamente a due contorni. Bormio ha proposto un filetto di cervo, puntando così anche a valorizzare il territorio, i suoi prodotti (la maggior parte delle materie prime utilizzate sono valtellinesi) ed il parco nazionale dello Stelvio. Il piatto proposto a Bergamo – anche se non si possono ancora svelare tutti i segreti – era composto da un filetto di cervo su risotto alla bietola rossa con broccoli saltati e chips di riso croccanti. Ed ora tutto l’istituto, con in testa la dirigente, fa il tifo per Tommaso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA