L’ultimo messaggio di Negri «Mi raccomando, abbi cura  della squadra di calcio»
Mauro Negri, al centro, circondato dai suoi calciatori della Polisportiva Villa in un momento di festa

L’ultimo messaggio di Negri
«Mi raccomando, abbi cura
della squadra di calcio»

Villa di Tirano Mauro Negri, capogruppo di minoranza in Comune, morto la scorsa notte per il virus al Morelli: è l’appello che ha lanciato al sindaco

«Mi raccomando, Franco, abbi cura della squadra di calcio. Non farle mancare niente».

Quando Mauro Negri, capogruppo di minoranza in consiglio comunale si è rivolto così al sindaco, Franco Marantelli, dal letto dell’ospedale Morelli dov’era ricoverato per aver contratto il coronavirus, il primo cittadino gli ha risposto: «Ma smettila! Da lì uscirai. Forza!».

E, invece, Negri 63 anni appena compiuti, ricoverato da una settimana circa al l’ospedale Morelli di Sondalo, nella notte fra mercoledì e giovedì, non ce l’ha fatta. E ieri Villa di Tirano, che conta così quattro vittime del virus, era attonita.

Negri era il presidente della squadra di calcio di terza categoria all’interno della Polisportiva Villa.

Tantissimi i bambini, i ragazzi e gli adulti che devono al suo impegno operativo e organizzativo una qualificata pratica sportiva.

Negri lascia la moglie Irma e i figli Maicol e Alessandro. E lascia il mondo del volontariato nel quale aveva operato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA