Martedì 17 Giugno 2014

Mezza-notte bianca

Il successo è pieno

Esplode la festa nel centro storico di Morbegno con la Mezzanotte bianca che ha animato la prima sera sotto le stelle dell’estate, nonostante la minaccia di pioggia che ha un po’ ritardato l’affluenza delle migliaia di visitatori in città.

Il triangolo si è riempito di gente dalle 22, con i soliti ingorghi in via Garibaldi, stipata di famigliole con bimbi e passeggini al seguito, compagnie e coppiette in caccia di curiosità e divertimento zizagando tra le bancarelle, il mercatino di Coldiretti e gli artisti di strada, ognuno con il suo fantastico bagaglio di proposte.

Tra le più applaudite, come da copione, le esibizioni delle scuole di danza in piazza Caduti, sempre graditissime dal pubblico. La leggerezza delle ballerine con i tutù, la meraviglia del musical, l’allegria dell’hip-hop e la sensualità delle danzatrici del ventre riescono sempre a catturare l’attenzione del pubblico assiepato davanti al palco. Applaudito anche il Route 38 - country group che ha cercato di coinvolgere il pubblico nelle performance dal sapore a stelle e strisce. I più piccini si sono sfogati in via Ambrosetti lungo il percorso allestito dai vigili del fuoco volontari e sui gonfiabili. Gli amanti della lettura si sono fatti accompagnare dal cantastorie alla libreria Piccolo principe.

Apprezzati anche i cori, in concerto nella bella chiesa di San Pietro e i giovani talenti al piano che hanno incantato gli appassionati del genere classico all’auditorium Sant’Antonio. Per la prima volta alla Mezzanotte bianca i “Zimmer Frei” il primo gruppo di cantori a cappella che reinterpreta brani della musica pop, rock e swing, con qualche incursione nelle celebri sigle dei cartoon, apprezzate soprattutto dai bambini.

«È stata una bellissima serata - così il vicesindaco di Morbegno Gabriele Magoni - ho mandato un sms a Mauro Monti per ringraziarlo del lavoro fatto visto che ci siamo ritrovati con una manifestazione già pronta, l’unica proposta che siamo riusciti ad aggiungere, che è stata molto gradita dagli esercenti e dal pubblico è stata la possibilità di allestire i tavolini all’aperto, fuori dai locali, mantenendo lo spazio per il passaggio dei mezzi di soccorso».

© riproduzione riservata