Giovedì 02 Ottobre 2014

Meno soldi dallo Stato
Il Comune deve fare i conti

Il comune di Ardenno ha approvato il bilancio di previsione

Il comune approva il bilancio di previsione, licenziato «quando l’anno di riferimento volge ormai al termine. Del resto, è una situazione che accomuna migliaia di enti locali. Una situazione paradossale- ha detto il sindaco Riccardo Dolci- che nasce dal clima di estrema incertezza finanziaria che investe lo Stato e si ribalta sui comuni».

In soldoni quest’anno, ma in generale sino al 2016, gli investimenti comunali per Ardenno saranno risicati: sono 599mila gli euro messi a bilancio dove spiccano la sistemazione delle scuole dell’infanzia e gli spogliatoi del campo sportivo. «A livello di entrate, giova ricordare che non troviamo neanche quest’anno l’addizionale comunale» ha rimarcato Dolci mettendo nero su bianco i tagli subiti dal comune in questi anni . Dal 2010 ad oggi, la spending review ha determinato per le casse di Ardenno tagli pro capite pari a 73 euro, «questo vuol dire che, rispetto al 2010, nelle casse comunali lo Stato ha fatto affluire, ipotizzando una popolazione di 3.300 abitanti, risorse per ben 241.560 euro in meno.A fronte di questi tagli, l’impegno dell’amministrazione è stato costantemente rivolto a trovare soluzioni che, senza incidere sulla qualità del servizio, potessero generare delle economie».

© riproduzione riservata