Melloblocco e turismo  Settimana decisiva
Chris Shama al Melloblocco in una foto d’archivio. Incerto il futuro della manifestazione

Melloblocco e turismo

Settimana decisiva

Nei prossimi giorni il Comune incontrerà gli operatori

per fare il punto sul futuro della valle «Basta con le critiche sterili»

Il Comune di Val Masino incontrerà gli operatori turistici per fare il punto sul progetto turistico che nelle intenzione della giunta Songini dovrà rilanciare la vallata. Questa sarà anche l’occasione per parlare di Melloblocco, il raduno internazionale di arrampicata sui massi e probabilmente in questo contesto si capirà definitivamente se la manifestazione salterà. Gli organizzatori, cioè l’associazione operatori della Valmasino, dopo l’abbandono dell’ormai ex direttore dell’evento, Stefano Scetti che sul caso tace, ma con la sua minoranza si limita inviare un comunicato stampa dove critica la giunta e il suo progetto turistico.

Le replica del sindaco Simone Songini e dei suoi non si fa attendere. «Per chiudere lo sterile impianto polemico della minoranza sul nascere basterebbe domandarsi a che titolo venga giudicata una proposta di sviluppo turistico presentata durante un incontro rivolto esclusivamente ad operatori e proloco, la cui valutazione nel merito da parte degli interessati peraltro, deve ancora avvenire - dice Songini - In più si è trattato della presentazione di una proposta, cioè di una piattaforma di condivisione da cui partire per poter costruire insieme un progetto operativo in base ai ritorni e agli aderenti».

Il sindaco ribadisce, infine, la posizione sul Melloblocco, «ben consapevole della rilevanza anche internazionale di questo appuntamento, il Comune non è nelle condizioni di farsi carico direttamente dell’organizzazione di un evento commerciale di tale portata, il cui marchio è di proprietà privata. Per questo da diversi mesi ci siamo adoperati per trovare una soluzione con gli operatori e tutti gli interessati. Se mai verrà trovato un possibile organizzatore il comune è totalmente disponibile a collaborare per quanto di sua competenza per la buona riuscita della manifestazione»


© RIPRODUZIONE RISERVATA