Mele e uva in vetrina: arrivano in migliaia  e la Sagra fa il pienone
La Sagra della mela e dell’uva è arrivata all’edizione numero 31

Mele e uva in vetrina: arrivano in migliaia

e la Sagra fa il pienone

Villa di Tirano. tantissime presenze alla manifestazione: più di duemila i coperti serviti nei momenti conviviali

Un inno alla mela e all’uva quello che è andato in scena, da venerdì fino a ieri sera, alla Sagra della mela e dell’uva promossa dalla Pro loco a Villa di Tirano. Una manifestazione che, ormai da trentun anni, ravviva l’autunno villasco al termine della raccolta frutticola che attira migliaia di valtellinesi e visitatori da fuori provincia. Difficile dire con precisione quante persone abbiano girato per l’area della Sagra nei tre giorni, ma basti citare i coperti serviti durante i momenti conviviali: fra i 2mila e i 2.500 coperti da venerdì sera con “A me la birra” fino al mela-menù di sabato e domenica.

«Siamo più che soddisfatti di essere riusciti, anche quest’anno, a mettere in piedi la manifestazione – afferma il presidente della Pro loco, Fabrizio Rossatti -, nonostante tutte le difficoltà che dobbiamo affrontare sia in termini di fatica perché siamo sempre meno (il gruppo Pro loco è formato da una decina di persone, cui si aggiungono volontari di altre associazioni e cittadini durante la Sagra), sia perché è cambiato l’assetto normativo per questi eventi. Per me questa è la 15esima sagra come presidente su 31 edizioni. Alcuni dei componenti della Pro loco c’erano addirittura prima del mio arrivo. Servirebbe, come sempre diciamo, una maggiore partecipazione da parte dei giovani, ma non è semplice incentivarli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA