Maxi truffa online scoperta a Tirano
I finanzieri della tenenza di Tirano

Maxi truffa online scoperta a Tirano

Gli 007 della guardia di finanza hanno scoperto un’organizzazione dedita alla contraffazione. In rete venivano vendute scarpe di un noto marchio australiano, ma in realtà erano fabbricate in Cina.

Il prezzo on line era interessante, la merce pareva davvero di marca e così la signora tiranese esperta negli acquisti in rete non si è lasciata sfuggire l’occasione di fare un affare.

Ma quando la merce le è stata recapitata si è resa subito conto che quelle due paia di scarpe “Ugg”, importante marchio di calzature made in Australia, in realtà erano fatte in Cina. Dei “tarocchi”, insomma. La signora non ci ha pensato due volte e si è immediatamente rivolta alla guardia di finanza che nel giro di alcuni mesi - le indagini non sono state per nulla semplici - è riuscita ad oscurare il sito, bloccando tutte le transazioni in essere.

«Tutto era stato pensato ad hoc - spiega il tenente Eleonora Torrisi, della tenenza di Tirano -: interfaccia grafica perfettamente clonata con tanto di Copyright ®2016 UGG Outlet, disposizione dei fotogrammi delle calzature in vendita estrapolate dal sito ufficiale www.uggaustralia.it e prezzi concorrenziali quel tanto che basta a rendere l’affare allettante e non far sorgere sospetti. La stessa denominazione del sito ed il dominio IP “.it”, la cui registrazione è consentita ad organizzazioni e privati residenti in uno stato dell’Unione europea, l’accuratissima elaborazione grafica, il sistema di pagamento, gestito dai maggiori circuiti di moneta elettronica, non lasciava presagire dubbi sull’autenticità e l’originalità dei prodotti».

Peccato che dietro a questo sito si celasse, in realtà, una consolidata “triangolazione transfrontaliera del falso” che dalla Cina, esportava calzature UGG contraffatte verso la Ue, con destinazione Olanda e, successivamente, da lì tramite il vettore poste.nl., verso l’acquirente finale sul territorio Italiano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA