Mattarella in città, «riconoscimento  alle aree periferiche»

Mattarella in città, «riconoscimento

alle aree periferiche»

Neanche il tempo di prendere in mano le redini della scuola provinciale, che Mavina Pietraforte si è trovata sulla scrivania di via Donegani a gestire un’agenda fitta di impegni. Primo fra tutti, l’arrivo a Sondrio del presidente della Repubblica.

Sergio Mattarella, insieme al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini inaugurerà l’anno scolastico 2016-2017 dal policampus di via Tonale, alla presenza di autorità, esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo, oltre a delegazioni di studenti - all’incirca duemila quelli attesi - provenienti da tutte le regioni d’Italia.

Un impegno non da poco per la dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale (Ust), che si dice «molto onorata». «Indubbiamente un appuntamento prestigioso, che intende essere un segno volto a rivitalizzare e dare importanza anche a province periferiche, al confine dell’“impero”, come può essere quella di Valtellina e Valchiavenna» inquadra l’evento che vedrà il capoluogo sotto gli occhi di tutti gli italiani il prossimo 19 settembre, in diretta nazionale sugli schermi della Rai con la trasmissione “Tutti a scuola”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA