Marijuana in auto. Giovane ai domiciliari  e una denuncia
La marijuana sequestrata ad Arquino domenica sera

Marijuana in auto. Giovane ai domiciliari

e una denuncia

Un normale controllo sul territorio, domenica sera, ha spinto i militari a fermare ad Arquino un’auto dall’ andatura sospetta:

Un normale controllo sul territorio, domenica sera, ha spinto i militari a fermare ad Arquino un’auto dall’andatura sospetta: il forte odore di marijuana all’interno dell’abitacolo non lasciava dubbi. Inevitabile il controllo degli occupanti, 5 giovani della zona: 4 ragazzi e una giovane di età compresa tra i 17 e i 19 anni.

Nel corso della perquisizione effettuata, i militari del comandante Claudio De Leporini hanno rinvenuto, nascoste tra i sedili posteriori, due buste di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, del peso complessivo un etto e e mezzo. Parliamo di una varietà dal forte odore e dall’alto principio attivo, nota come “critical plus” e “critical babiloon”. Ad assumersi tutte le responsabilità il ragazzo di 19 anni, proprietario dell’auto fermata, che è stato così tratto in arresto per “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. Si tratta di un giovane, classe 1996, di Livigno. Lo stesso, poiché è emerso che prima di mettersi alla guida aveva fatto uso della stessa sostanza, è stato anche denunciato per “guida sotto l’effetto di stupefacenti”, con ritiro della patente di guida e sequestro dell’autovettura. Al termine degli accertamenti, il 19enne è stato accompagnato nella propria abitazione, dove è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Rinvenuti e sequestrati anche un bilancino di precisione, un grinder e 50 euro in banconote, ritenute provento dell’attività di spaccio.

Denunciato a piede libero per “favoreggiamento” uno degli occupanti dell’autovettura, segnalato poi, così come gli altri 3 passeggeri,alla prefettura quali assuntori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA