Mandello, rintracciata l’investitrice  Il pirata è una donna di Oggiono
Il punto in cui martedì mattina si è verificato l’investimento del pedone

Mandello, rintracciata l’investitrice

Il pirata è una donna di Oggiono

La Polizia locale è riuscita a risalire a lei grazie alle telecamere - Il comandante Modica: «Dice di non essersi accorta» - È stata denunciata

Denunciata per omissione di soccorso e fuga, la donna alla guida di un’auto scura, che martedì mattina, alle 7.30, ha travolto una sessantenne all’altezza dell’incrocio di via Parodi con via Pini e via Eritrea.

Grazie ad un lavoro certosino di verifica e di dati incrociati, il comandante della polizia locale Mario Modica, con la sua squadra, è riuscito a risalire all’identità del pirata della strada.

Si tratta di una donna di Oggiono di 52 anni, che lavora in un’azienda del paese e che era alla guida di una Suzuki Swift.

«La donna è stata individuata ieri pomeriggio e denunciata. Dice di non essersi accorta di nulla considerato che era buio. E dice di aver sentito un rumore in lontananza come di un oggetto caduto, ma niente altro - spiega il comandante Modica -. Le testimonianze raccolte sul posto erano quasi nulle, abbiamo incrociato tutti i dati, tenendo conto dei mezzi in transito nella fascia d’orario dell’incidente, in entrata a Mandello sia da nord che da sud e da Maggiana».

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani, 12 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA