Malore in quota  Albaredo, muore   uomo di 64 anni
Albaredo per San Marco. Giornata di luglio da Monte Lago. Foto Jenny Prina, Morbegno. (Foto by La Provincia)

Malore in quota

Albaredo, muore

uomo di 64 anni

La tragedia nel pomeriggio, la vittima è di Morbegno

Stroncato da un malore mentre stava facendo una passeggiata in montagna ad Albaredo per San Marco, forse alla ricerca di funghi, forse per una semplice camminata in quota. È morto così ieri pomeriggio un uomo di 64anni di Morbegno.

L’uomo ha avuto un improvviso malore, probabilmente un infarto, si è accasciato a terra e non si è più alzato. L’allarme è stato lanciato alle 17.10 da una persona che si trovava con lui al momento dell’accaduto. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con l’elicottero decollato dalla base di Caiolo, a bordo anche un tecnico del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico. L’intervento di recupero dell’uomo, che purtroppo era già deceduto, è stato particolarmente lungo perché si trovava in una zona impervia e non facilmente raggiungibile. Da quanto appreso, comunque, l’uomo non sarebbe precipitato e non ci sono dubbi che a stroncarlo sia stato un malore e non una caduta, come in un primo tempo ipotizzato.

Sempre sul fronte della cronaca, un altro intervento a seguito di un malore in montagna nel pomeriggio di ieri, poco prima delle 16, a Val Masino, nei pressi del rifugio Omio. Anche in questo caso sul posto è intervenuta l’eliambulanza oltre al Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, ma l’esito dell’intervento è stato decisamente meno drammatico. Il 45enne soccorso dopo un improvviso malore, infatti, è stato elitrasportato in codice verde all’ospedale di Sondrio, dove è stato ricoverato in condizioni fortunatamente non gravi. Intervento infine anche in Val Tartano, dove una ragazzina di 10 anni si è fatta male oggi pomeriggio in seguito a una caduta, in località Pustaresc, a 1100 metri di quota, nei pressi di una baita, a poca distanza dal Ponte del cielo a Campo Tartano. Le sue condizioni non sono tali da destare preoccupazione..


© RIPRODUZIONE RISERVATA