Macellaio rapinato a Bellano  Sprangata in testa e via col portafogli
La macelleria Rusconi di Bellano: qui l’aggressione (Foto by sandonini)

Macellaio rapinato a Bellano

Sprangata in testa e via col portafogli

Stefano Rusconi non è grave, ma è stato trattenuto in osservazione in ospedale - E ora la Lega grida allo straniero: «Troppi clandestini, da noi questi fatti non devono accadere»

Una botta in testa e via con il portafoglio: è il sunto dell’aggressione subita oggi, attorno alle 6.30 da Stefano Rusconi, 50 anni, titolare della macelleria Arrigo Rusconi di via Cavour 20, a Bellano. Era appena arrivato al negozio ed era entrato per iniziare a sistemarlo in vista dell’apertura quando ha subito la violenza.

Secondo la ricostruzione dell’episodio, fatta con l’aiuto dei familiari, Rusconi avrebbe sentito bussare alla porta ed una volta aperta si sarebbe trovato davanti ad una persona, uno straniero, che lo ha colpito con una spranga di ferro.

L’aggressore è riuscito a rubare il portafoglio del macellaio, in cui c’erano alcune centinaia di euro, ed è fuggito in direzione di piazza San Giorgio.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani mattina, 19 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA