«L’unità coronarica deve riaprire»
Gli amministratori di Sondalo, Grosotto e Grosio intervenuti alla conferenza stampa di ieri mattina

«L’unità coronarica deve riaprire»

Sono già quattromila le firme raccolte dai sindaci contro la chiusura del servizio al Morelli

Sono 4.000 le firme raccolte dai sindaci contro la chiusura temporanea dell’unità coronarica dell’ospedale Morelli con la soppressione della guardia medica notturna, decisa da Aovv. Ora saranno inviate in Regione Lombardia.

«E mancano ancora quelle raccolte nella zona della Valchiavenna- ha precisato il sindaco di Sondalo Luigi Grassi, ieri mattina in municipio a Sondalo accanto al primo cittadino di Grosotto, Guido Patelli e al vicesindaco di Grosio, Roberto Baitieri in una conferenza stampa-. È stato un gran successo perché sono raccolte in pochi mesi- ha affermato il sindaco di Sondalo, Grassi-. Siamo qui con i colleghi amministratori di Grosio e Grosotto perché anche questi due comuni hanno sempre condiviso le problematiche legate all’ospedale Morelli».


© RIPRODUZIONE RISERVATA