Giovedì 05 Giugno 2014

Lotta al gioco d’azzardo

«Via dai bar con le slot»

Ugo Paroloe e Viviana Beccalossi

«Non dobbiamo più frequentare locali in cui ci sono le macchinette per il gioco d’azzardo. Ciascuno si assuma le proprie responsabilità e scelga di non premiare quegli esercenti che decidono di arrotondare inserendo nei locali questi veicoli di dipendenza».

Chiaro il messaggio lanciato da Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, in tour in tutte le provincie lombarde per presentare le legge regionale sulla prevenzione e il trattamento del gioco d’azzardo che ieri ha fatto tappa a Sondrio.

«La legge- ha precisato- è importante come prima risposta a un problema grave e serio che coinvolge in pieno il territorio regionale se solo si ricorda che Pavia “vanta” il primato di provincia leader in Italia per entità del gioco d’azzardo. Subito seguita da Mantova e, poi da Sondrio, i cui numeri al riguardo sono, purtroppo, assai significativi. Si parla di un + 28,6% di attività aperte in valle nel 2012, che equivale a un + 297% di macchinette per il gioco d’azzardo lecito presenti in valle nello stesso anno, una ogni 90 abitanti nel solo territorio di Morbegno. E parallelo è stato l’aumento dei ludopatici in cura al Sert di Sondrio, saliti a 50 nel 2012, contro i 27 del 2011 e i 3 del 2007».

© riproduzione riservata