Sabato 02 Agosto 2014

«Lo Stato ci sta mettendo

sempre più in ginocchio»

Il sindaco di Chiavenna Della Bitta preoccupato dal trattamento subìto dal Comuni su fronte risorse statali

«Se prima eravamo un malato terminale, ora siamo vicini all’encefalogramma piatto». Sono arrivati i dati definitivi per quanto concerne i trasferimenti dallo Stato al comune di Chiavenna e le cifre snocciolate ieri dal sindaco Luca Della Bitta sono impietose.

«Per quanto riguarda il fondo di solidarietà, quest’anno la cifra a saldo sarà di 953,56 euro. Pari a 0,13 euro per ogni cittadino. Nel complesso i trasferimenti statali ammontano a poco più di 50mila euro, 6,83 euro per abitante». I dati parlano chiaro. Dal 2008 a oggi c’è stato un taglio del 90% dei fondi che lo Stato ogni anno gira al comune chiavennasco. Si è passati da 1,5 milioni ai 536mila euro dello scorso anno per arrivare ai 50mila del 2014.

«Per quanto riguarda i comuni vicini – ha continuato Della Bitta – a Gordona arriveranno 89 euro per abitante, a Mese 152, a Piuro 121, a Samolaco 99, a Villa 166 e a Verceia 144. Allargando un po’ il raggio d’azione notiamo i 16 euro per abitante di Cosio. A livello nazionale Firenze, città del presidente del consiglio, avrà 45 euro per abitante. Roma 39».

A pagare, insomma, sono i comuni di medie dimensioni. Un dato confermato anche dal drammatico 0,37 euro di Morbegno.

© riproduzione riservata