Livigno dice basta agli ubriachi  Multe a chi beve alcolici per strada
Il Comune cerca di mettere freno alla movida che si sviluppa soprattutto nell’area a traffico limitato del centro e nelle zone di apres ski e bar

Livigno dice basta agli ubriachi

Multe a chi beve alcolici per strada

Giro di vite dei vigili per contenere il fenomeno degli schiamazzi notturni causati dai turisti

Livigno cerca di porre freno alle invasioni barbariche notturne dei turisti che gremiscono il Piccolo Tibet durante la stagione invernale tirando l’alba facendo schiamazzi col risultato di far fare la notte in bianco a chi invece vorrebbe dormire e lasciando uno scenario di sporcizia all’alba del nuovo giorno.

Soprattutto i giovani che giungono dall’Est Europa dopo aver trascorso la giornata sulle piste da sci, dall’après-ski in poi esagerano col consumo di alcool. E se nelle ore serali può anche essere una presenza allegra quella dei turisti che cantano poi col passare delle ore e con l’aumento del tasso alcolico nelle loro vene si trasforma in vera e propria molestia notturna con tanto di rumori molesti in strada.

Nei casi più gravi dopo aver alzato il gomito i turisti alzano anche le mani e sono frequenti i casi di rissa fuori dai locali notturni. Ponti d’oro al turista che porta soldo il loco, ma non si poteva certo continuare a tollerare una situazione simile ed ecco allora l’amministrazione comunale di Livigno affrontare di petto la questione con un provvedimento specifico. L’ordinanza firmata dal primo cittadino Damiano Bormolini recita, testuali parole «divieto di vendita per asporto e somministrazione in contenitori, bottiglie, bicchieri in vetro o contenitori di latta di bevande ed alcolici di ogni gradazione. Divieto di abbandono sul suolo pubblico di bicchieri, bottiglie in vetro o contenitori di latta». In questa maniera il Comune cerca di mettere freno alla movida che si sviluppa soprattutto nell’area a traffico limitato del centro e nelle zone di apres ski e bar. « Un’ordinanza che dà uan mano anche alle forze dell’ordine - spiega il sindaco -. Finora forze dell’ordine e agenti della Polizia locale potevano contestare la sola ubriachezza molesta, ma non potevano sanzionare chi era allegro ma non ancora ubriaco, ma in possesso di alcolici e molesto, ora invece potrà essere multato anche chi è per strada col bicchierino di alcolici. La notte la gente si lamentava di essere disturbata nell’orario del sonno ed inoltre c’è pure una questione di decoro pubblico da salvaguardare visto che spesso il mattino nelle strade era frequente vedere bicchieri abbandonati, residuo di notte brave». Giro di vite, ma questa sera San Silvestro ci sarà una sorta di tolleranza maggiore, ma da domenica sera si tornerà ad essere inflessibili. Livigno cerca il giusto compromesso fra il desiderio di divertimento dei suoi ospiti e la naturale aspettativa dei livignaschi di dormire sonni tranquilli nella notte.


© RIPRODUZIONE RISERVATA