L’incubo non si ferma  Ma almeno rallenta

L’incubo non si ferma

Ma almeno rallenta

Le persone positive ora sono 303, dieci in più

I morti sono saliti a 39, i dimessi sono in tutto 69

Ancora in crescita, il contagio da coronavirus in provincia di Sondrio anche se più contenuta rispetto al dato di martedì e a quello di lunedì.

Sono 303 i positivi accertati ieri, 10 in più di martedì, quando la differenza dal giorno precedente era pari a 28. Quarantacinque, invece, i positivi accertati nelle due giornate di di domenica e lunedì. Di contenimento del fenomeno si può, quindi, parlare, ma l’andamento è ancora troppo altalenante per poter trarre la benché minima conclusione.

In una parola, occorre tenere duro. Primo, perchè la positività al virus è ancora presente, secondo, perchè vi è una positività non accertata, terzo, perchè la sintomaticità appare in aumento se solo si considera il dato fornito da Asst Valtellina e Alto Lario che evidenziava, ieri, un aumento dei ricoveri a Sondalo di 25 unità in un sol giorno. Tutte persone provenienti dalla nostra provincia e con sintomi marcati, perchè, ricordiamolo, si viene ricoverati solo in questo caso o quando il quadro complessivo della persona è tale da consigliarlo per patologie pregresse.

Non tutti ce la fanno, se solo si considera che i morti sono saliti a quota 39, quattro in più rispetto alla giornata di martedì quando erano stati, addirittura, 11.


© RIPRODUZIONE RISERVATA