Lezioni di emotività  insieme ai compagni  Si diventa più forti
Una bambina mostra il suo disegno per il progetto Crescere insieme, fatto con tre coach in psicosintesi

Lezioni di emotività

insieme ai compagni

Si diventa più forti

ldea del Comune di Castello dell’Acqua. Tre specialiste on line spiegano ai bambini da 3 a 10 anni . Focus e attenzione, emozioni, potere delle parole gentili

Castello dell’Acqua

Come ritrovare i propri compagni di scuola dell’infanzia o primaria, seppure a distanza, per realizzare dei lavori insieme e, soprattutto, essere accompagnati nel rafforzare il rapporto con gli altri e nel potenziare le proprie capacità?

La risposta è venuta dal Comune di Castello Dell’Acqua che, in collaborazione con un trio di coach in psicosintesi (Cristina Pelizzatti, Simona Mazzoleni e Manuela Bianchini), ha avviato un interessante progetto rivolto ai bambini e agli adulti. Il tutto tramite la piattaforma Zoom su cui avvengono gli incontri.

Perché, se è vero che ora si può nuovamente uscire di casa, è anche vero che gli assembramenti non sono consentiti e, quindi, i gruppi di amici ancora non si possono incontrare per giocare insieme. L’esigenza è stata espressa dal Comune.

Sulla piattaforma Zoom

Il vicesindaco, Renato Gregorini, in una giornata in cui ha distribuito le mascherine, si è reso conto del bisogno di socialità della cittadinanza. Quindi ha contattato Pelizzatti, coach di Castello, che a sua volta ha attivato le colleghe. Tutte e tre si sono messe a disposizione – bene precisarlo – a titolo gratuito per confezionare un doppio progetto: “Crescere insieme” rivolto ai bambini dai 3 ai 10 anni che ha già ottenuto 18 iscrizioni e “Non siamo mai soli” rivolto agli adulti sul tema delle risorse interiori che, al contrario, attende ancora adesioni.

«Lavoriamo nel coaching in psicosintesi – spiega Mazzoleni che si occupa del progetto per i bambini -, cioè portiamo il focus sullo sviluppo del proprio potenziale. Nel caso del bambino, con tecniche di gioco, lo sosteniamo in questo percorso. Ho articolato l’iniziativa in cinque incontri con cadenza settimanale e tale è stato l’entusiasmo che ho dovuto suddividere i partecipanti in tre gruppi: un gruppo dai 7 ai 10 anni e due gruppi dai 3 ai 6 anni. Ho sempre lavorato in presenza, così all’inizio, devo ammetterlo, era dubbiosa sul tenere le attività da dietro uno schermo. Invece, sono contentissima e riesco sempre a stupirmi di quanto i piccoli siano fantasiosi». Nei primi due pomeriggi sono stati affrontati il tema della consapevolezza del proprio corpo su tre livelli (fisico, mentale ed emotivo) ed il tema della creatività che ha fatto faville.

I prossimi tre pomeriggi su: focus e attenzione, emozioni, potere delle parole gentili. Info: pagina Facebook del Comune di Castello Dell’Acqua.


© RIPRODUZIONE RISERVATA