L’ex Comune di Gerola diventa Rsa  Progetto da più di un milione
Il rendering del progetto di recupero dell’ex municipio, che diventerà una residenza per anziani

L’ex Comune di Gerola diventa Rsa

Progetto da più di un milione

Sarà presentato questa sera nell’assemblea pubblica. La giunta Acquistapace punta a ricreare attività economiche e servizi.

Uno spazio residenziale per anziani e un centro benessere: è questo l’ambizioso progetto di recupero dell’ex municipio che sarà presentato questa sera in un momento aperto al pubblico alle 20,45 nella sala conferenze del Comune di Gerola.

Lo scopo è dare vita a una nuova Rsa destinata a persone autosufficienti, affiancata a una spa e centro benessere che prenderanno sede nell’ex casa comunale. L’edificio, mille metri quadrati, recuperato e ristrutturato diventerà un impianto ricettivo protetto moderno, di impronta sanitaria e di accoglienza che si insedia in un antico borgo montano, con una progettazione già molto avanzata che porterà indotto e servizi al paese ampliandone la vocazione turistica.

«Operiamo a sostegno di anziani con servizi mirati alla terza e quarta età - dice il sindaco di Gerola alta Rosalba Acquistapace - con l’obiettivo di mobilitare insieme tutte le energie giovani del nostro paese. Attirando anche chi, nel tempo ha deciso di lasciare la valle perché non c’erano opportunità di impiego».

Un riferimento al forte spopolamento a cui sono andate incontro tante località di montagna negli ultimi cinquant’anni. «Noi - ancora il sindaco che proprio ieri era impegnata a Gerola per un battesimo - possiamo dare vita a tante iniziative di sostegno del turismo, ma insieme e per prima cosa dobbiamo rispondere ai bisogni della comunità ed è necessario in questo senso rivitalizzare il paese e il suo tessuto socioeconomico. Gerola deve tornare ad essere un centro vivo dove si abita e si lavora, si fanno figli. Un luogo adatto all’insediamento di nuove famiglie, di giovani. Perché altrimenti la montagna la perderemo. Per questo - prosegue- la nascita della Rsa e spa di Gerola sarà affiancata dalla costituzione di una cooperativa, la casa per anziani permetterà alle persone che altrimenti dovrebbero trasferirsi a valle di poter ricevere servizi adeguati, il centro benessere sarà al servizio di abitanti e turisti della Valgerola e la cooperativa di comunità sarà l’attore strategico per lo sviluppo locale». Con la possibilità di fare ruotare intorno a questi soggetti dei “servizi di ritorno” come il parrucchiere, il fiorista, con figure che potrebbero operare di nuovo in Valle, come un tempo, magari part time.

L’investimento previsto per edificare il polo residenziale e centro benessere è di un milione e 100mila euro. «Da questi due soggetti produttivi, il centro e la cooperativa - spiega Acquistapace - dovrà svilupparsi condivisione. Vogliamo coinvolgimento di professionalità interessate a collaborare e anche investitori, l’invito è aperto anche agli oriundi di Gerola».


© RIPRODUZIONE RISERVATA