L’election day sarà in autunno  Nove i comuni chiamati al voto
In tutti i comuni non sarà necessario andare al ballottaggio

L’election day sarà in autunno

Nove i comuni chiamati al voto

Via libera del Parlamento, si pensa al 20 e 21 settembre

Ci sarà anche il previsto referendum per il taglio dei parlamentari

Election day in autunno, c’è finalmente il via libera del Parlamento.Rimaste in sospeso a causa dell’emergenza covid, le elezioni amministrative, che avrebbero dovuto tenersi a fine maggio, si terranno con tutte le probabilità il 20 e 21 settembre e con esse anche il referendum per il taglio dei parlamentari slittato dal 29 marzo.

Dopo l’abbuffata delle amministrative dello scorso anno in Valtellina e Valchiavenna quest’anno sono nove i Comuni chiamati al rinnovo, di cui cinque commissariati. A scadenza regolare di mandato ci sono il sindaci di Cercino, Daniele De Pianto, quello di Mazzo, Franco Matteo Saligari, di San Giacomo Filippo, Severino De Stefani e di Talamona, Fabrizio Trivella. I Comuni commissariati sono invece Civo e Spriana, dove i candidati unici durante le elezioni dello scorso anno non hanno raggiunto il quorum necessario; Tartano, dopo la sospensione del sindaco Oscar Barbetta, Madesimo, dove il sindaco Franco Masanti, rieletto lo scorso anno per la terza volta è decaduto a gennaio, in seguito alle dimissioni del vice sindaco Paolo Moiola, di alcuni consiglieri di maggioranza e dei tre di minoranza e, infine, Novate Mezzola, il cui primo cittadino Pierangelo Nonini è una delle vittime del coronavirus. Comuni che in tutto coprono una popolazione di poco più di 10.700 abitanti, con la realtà più popolosa di Talamona (4.768) e quella più piccola di Spriana (101) all’ingresso della Valmalenco. Per i Comuni della provincia di Sondrio si tratterà comunque di una tornata unica di voto: per nessuna delle realtà municipali chiamate al rinnovo è infatti previsto il turno di ballottaggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA