Legittima difesa: raccolta firme  della Lega Nord
Il senatore della Lega Nord Jonny Crosio

Legittima difesa: raccolta firme

della Lega Nord

Mobilitazione del Carroccio nelle piazze provinciali a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare.

«Abbiamo il diritto di difenderci da chi s’introduce nelle nostre case per rubare mettendo a rischio l’incolumità dei nostri cari. Non può e non deve essere considerata reato un’azione per la legittima difesa».

Introduce così il senatore Jonny Crosio, che a Roma ha lavorato con il gruppo della Lega Nord partecipando, con Roberto Calderoli, a una riunione della commissione Giustizia del Senato, la mobilitazione promossa dal suo partito per questo weekend per lanciare la raccolta firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo ‘Introduzione della difesa legittima e inasprimento delle pene per furto in abitazione’. Una legge che il movimento di Salvini ha fortemente voluto, nonostante la bocciatura della maggioranza.

«Non è accettabile che la pena inflitta ai delinquenti sia più lieve di quella per cittadini che chiedono soltanto di vivere tranquilli - prosegue Crosio - . Tanti, tantissimi ladri, in larga maggioranza stranieri e clandestini, reiterano il reato perché sanno di poter entrare e uscire dal carcere in pochi giorni: si riposano, mangiano a spese nostre, e ricominciano a delinquere. Un Paese che non tutela i suoi cittadini non può considerarsi civile. Una firma ci permetterebbe di cambiare le cose facendo sentire la nostra voce».

Da qui l’appello a sottoscrivere la petizione, «perché tutti noi, nessuno escluso, potremmo diventare vittime senza avere la possibilità di essere tutelati dalla giustizia. Combattiamo insieme per la nostra libertà: basta una firma».

La mobilitazione preannunciata da Crosio, grazie all’organizzazione della segreteria provinciale guidata da Christian Borromini, interesserà anche Valtellina e Valchiavenna. I gazebo della Lega Nord sono stati allestiti ieri mattina a Sondrio, in piazza Campello, a Morbegno, in piazza Sant’Antonio, a Chiavenna, in piazza Pestalozzi, a Chiesa in Valmalenco e a Bormio. Oggi toccherà a Dubino, nel parcheggio presso la rotonda di Nuova Olonio, a Delebio e a Talamona, in piazza Cusini.

Ai gazebo, in occasione della festa della mamma, verranno distribuite delle magliette contro l’utero in affitto e sarà promossa la campagna per la donazione del due per mille alla Lega Nord.


© RIPRODUZIONE RISERVATA